Sigla censurata per i “Simpson”: la Fox dice no ai bambini/schiavi

0

La famiglia più amata delle televisione nata in terra americana ha dovuto subire un personale affronto: pare infatti che il network che distribuisce questa serie, la Fox, abbia dovuto censurare la sigla di un episodio, perché considerata troppo forte.
La puntata in questione si chiama “MoneyBart”, ed è già andata in onda in America, mentre verrà trasmessa in Gran Bretagna il prossimo 21 ottobre.

Una grande bella sorpresa per la serie cartoon più seguita al mondo e protagonista anche di tanti gadget come le tazze, peluche Simpson, abbigliamento, ecc…

Che cosa succede di così strano nella sigla? Dopo l’usuale sequenza di immagini che mostrano i protagonisti della saga creata da Matt Groening, vediamo la famiglia seduta al completo sul solito divano, mentre parte una seconda sequenza in bianco e nero.
Con un sottofondo musicale particolarmente triste, “incontriamo” una numerosa quantità di persone, bambini, schiavi! Vengono infatti mostrati dei bambini-schiavi, costretti a produrre il merchandise della serie, con tanto di bambole e dvd, mostrando anche gli scheletri di alcuni presunti “lavoratori” morti.
A mostrare il filmato é stata la BBC, chiamando in causa l’artista britannico che ha firmato la sigla stessa, ovvero Bansky, ben conosciuto per i suoi graffiti.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here