Mondiali 2023. Lo strano rituale dell’Italia prima di affrontare il XV francese

Mondiali 2023. Lo strano rituale dell’Italia prima di affrontare il XV francese

Vedi le mie notizie

Dopo la battuta d’arresto subita contro gli All Blacks, gli azzurri hanno compiuto un rito un po’ particolare per dimenticare questa pesante sconfitta. (©Icona Sport)

Due giorni prima di affrontare il XV di Francia a Lione, questo venerdì sera alle 21, Italia continua la preparazione per l’ultima partita del girone di questa Coppa del mondo di rugby del 2023.

Una settimana in cui bisognava rimarginare le ferite dopo l’umiliazione subita contro gli All Blacks venerdì scorso (96-17). E per questo gli italiani sono ricorsi ad un metodo un po’ particolare per rimettersi sulla retta via.

Gli italiani hanno gettato nel fuoco i loro pensieri

Prima di affrontare il Bluesl’Italia è ancora in corsa per la qualificazione quarti di finale. Ma per questo dovrà offrire un servizio molto migliore rispetto a quello offerto da Nuova Zelanda. Quella settimana Squadra Azzurra ha quindi svuotato la borsa per voltare pagina e dirigersi verso il proprio obiettivo di exploit di fronte XV di Francia.

Per andare avanti, gli italiani hanno utilizzato un rituale piuttosto strano, con il fuoco, come ha ricordato la metà della mischia Stefano Varney in conferenza stampa:

“Eravamo un po’ devastati dalla nostra prestazione. Avevamo bisogno di ritrovare la fiducia questa settimana e abbiamo fatto questa cosa in cui abbiamo gettato i nostri pensieri nel fuoco. Per cercare di dimenticare, riprenderci per la settimana e prepararci per la partita .”

Stefano VarneyIl mediano di mischia dell’Italia

Il selezionatore che dà inizio al rituale

Questa idea, a dir poco originale, è merito dell’allenatore italiano Kieran Crowley che ha voluto rilanciare una dinamica di gruppo e dimenticare i numerosi errori commessi a fronte Tutti neri. Come sottolineato dal pilastro Pietro Ceccarelli : “Abbiamo scritto su un pezzo di carta cosa è successo durante la partita, cosa pensavamo di poter fare meglio e cosa è andato storto. »

READ  liberazione per de Grasse, McLaughlin e gli italiani supersonici... le cinque cose da ricordare da mercoledì a Tokyo

Questo metodo a quanto pare ha aiutato molto il gruppo: “Abbiamo scritto questo senza dirlo a nessuno e l’abbiamo gettato nel fuoco per lasciarci il fiammifero alle spalle. Non l’abbiamo dimenticato perché c’è molto da imparare, ma ci ha aiutato a lasciarci alle spalle questa partita, ad attaccare la settimana e questa nuova occasione che abbiamo contro la Francia” ha ammesso il giocatore franco-italiano.

Resta da vedere se questo rituale sarà efficace nel creare l’impresa di fronte XV di Francia questo venerdì sera a Lione. In palio c’è il biglietto per i quarti di finale da ottenere.

Video: attualmente su Actu

Ogni giorno ricevi i nostri migliori articoli nella tua casella di posta con la newsletter di Actu Rugby. Registrati qui, è gratis!

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *