L’Italia alza le stime di crescita del PIL per il 2022

Le ultime stime dell’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) pubblicate martedì 7 giugno mostrano che le prospettive economiche del Paese per quest’anno sono leggermente migliorate, anche se “Alto rischio negativo” rimanere per i prossimi mesi.

>> L’Italia sblocca 14 miliardi di euro di aiuti aggiuntivi
>> Via libera da Roma alla privatizzazione della nuova Alitalia




In un supermercato a Roma, Italia.

Foto: AFP/VNA/CVN

L’economia italiana dovrebbe crescere quest’anno del 2,8%, leggermente al di sopra delle stime di crescita del 2,6% pubblicate a maggio, ma ancora ben al di sotto del tasso di crescita del PIL del 4,7% previsto prima dell’inizio del conflitto Russia-Ucraina a febbraio.

Tuttavia, l’ultima stima di crescita dell’Istat è leggermente più ottimistica di quella pubblicata dalla Commissione Europea a metà maggio, che prevedeva una crescita del PIL del 2,4% per l’anno.

Secondo un rapporto dell’Istat, il principale motore dell’economia del Paese quest’anno e il prossimo sarà la ripresa della domanda interna di prodotti, che quest’anno dovrebbe crescere del 3,2%, aggiungendo che il PIL italiano dovrebbe crescere dell’1,9%. nel 2023, trainato da Un aumento dell’1,9% dei consumi interni.

La Commissione Europea prevede anche un tasso di crescita dell’1,9% per il Paese il prossimo anno.

Tuttavia, nonostante il leggero aumento delle stime di crescita per il 2022, le stime Istat includono un forte avvertimento.

Le prospettive per i prossimi mesi sono caratterizzate da elevati rischi al ribasso, come ulteriori aumenti dei prezzi, commercio internazionale più basso e tassi di interesse più elevati.L’Istat ha sottolineato, aggiungendo che anche le prospettive per famiglie e imprese potrebbero peggiorare notevolmente.


Xinhua/VNA/CVN

READ  Il "passaporto verde" è anche in Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.