le due informazioni da ricordare di questo sabato mattina

le due informazioni da ricordare di questo sabato mattina

Antoine Dupont tornerà questo sabato sera al campo base del XV di Francia ad Aix-en-Provence. Il mediano di mischia e capitano dei Blues ha ricevuto il via libera da Frédéric Lauwers, il chirurgo che ha operato il suo zigomo rotto una settimana fa a Tolosa. Potrà riprendere “l’attività fisica progressiva e diretta sotto il controllo dello staff medico del XV di Francia”, ha indicato sabato mattina la federazione in un comunicato stampa.

Questo rapido ritorno di Antoine Dupont, otto giorni dopo l’infortunio contro la Namibia, è ovviamente un’ottima notizia per il campo francese, anche se sembra impossibile che il mediano di mischia del Tolosa sarà schierato venerdì prossimo contro gli italiani a Lione.

“Antoine riprenderà innanzitutto il ciclismo, cioè l’attività ciclistica, che dovrebbe essere possibile rapidamente, cioè all’inizio della settimana”, ha detto giovedì Bruno Boussagol, direttore dell’unità sanitaria del XV di Francia. Questa progressione sarà condizionata dai suoi sentimenti. Avrà una fase di riatletica dopo una settimana di riposo. La ripresa del rugby sarà condizionata anche al via libera del chirurgo. »

Inizia una nuova corsa contro il tempo per Antoine Dupont, con un obiettivo: essere operativo per i quarti di finale in programma il 15 ottobre allo Stade de France se la Francia finirà al primo posto nel girone.

L’Italia è andata in frantumi ma attenzione alla trappola

Il capitano degli All Blacks Ardie Savea si precipita nella difesa italiana.

JEFF PACHOUD/AFP

È riduttivo dire che l’Italia è caduta dall’alto venerdì sera a Lione. Forse inebriati dai due successi abbastanza facili su Namibia e Uruguay, cullati anche dallo scetticismo che ha circondato l’inizio dei Mondiali neozelandesi, gli italiani hanno subito tutta la rabbia e la reazione orgogliosa degli All Blacks (96-17 ). Una disfatta di proporzioni XXL per uno scontro tra due squadre di livello 1.

READ  Mondiali-2021: Alaphilippe nella terra di van Aert

“Ci hanno distrutto”, ha osservato l’allenatore italiano Kieran Crawley, lui stesso ex All Black. Per loro era un allenamento. Abbiamo vinto il 33% delle mischie, il 50% dei tocchi. Dobbiamo gettare questa partita nella spazzatura. “È possibile che non guarderemo nemmeno più questa partita. Dobbiamo pensare alla prossima settimana. »

Venerdì prossimo gli azzurri affronteranno i Blues a Lione in un “quasi” vero ottavo di finale. La batosta subita contro gli All Blacks non cambia l’equazione. Una sconfitta eliminerà i Blues (13 punti) e qualificherà gli italiani (10 punti) a meno che i Blues non perdano con un doppio bonus (sconfitta di sette punti o meno e quattro mete segnate) senza che la Squadra registri un bonus offensivo. In questa ipotesi la Francia finirebbe con quindici punti e l’Italia con quattordici. Questo è uno scenario improbabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *