Il Capo dello Stato riceve l’Incaricato d’Affari dell’Ambasciata iraniana in Niger e un Inviato Speciale del governo italiano – Le Sahel



La condivisione è la cura!

Il Presidente della Repubblica, Capo dello Stato, SE. Mohamed Bazoum ha concesso due udienze la mattina di venerdì 22 aprile 2022. Ha incontrato prima l’Incaricato d’affari dell’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran Dr. Mehdi Kardoust, poi un Inviato Speciale d’Italia (Ambasciatore Speciale Comitato BID expo 2030 Roma) il Sig. Mario Giro. Durante queste due audizioni, gli scambi si sono concentrati principalmente su diversi argomenti relativi alle questioni della cooperazione bilaterale.

All’uscita dall’udienza, l’Incaricato d’affari dell’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran ha comunicato di essere venuto a fare una visita di cortesia al Presidente della Repubblica. Ha detto di aver approfittato di questa opportunità per rivedere la cooperazione tra Niger e Iran. “Abbiamo discusso dei vari progetti che gli investitori iraniani vogliono realizzare in Niger”, ha affermato il dottor Mehdi Kardoust.

Oltre a queste due domande, l’Incaricato d’affari dell’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran ha aggiunto di aver parlato anche, con il Presidente della Repubblica, della prossima riunione della Commissione economica mista iraniana-nigeriana che dovrebbe incontreremo presto in Niger. Infine, il dottor Mehdi Kardoust ha affermato che l’Iran intende espandere le buone relazioni che ha già con il Niger. Da qui l’invito rivolto al Capo di Stato del Niger, a fare un viaggio ufficiale nella Repubblica islamica dell’Iran. Questo per discutere con il suo omologo iraniano sulla cooperazione tra i due paesi.

Da parte sua, l’Inviato Speciale d’Italia ha annunciato di essere venuto a presentare al Presidente della Repubblica SE Mohamed Bazoum, la candidatura italiana della città di Roma per “Expo 2030”. “Abbiamo anche affrontato i problemi della subregione, in particolare le questioni di sicurezza e migrazione nell’ambito della cooperazione tra Niger e Italia, che esiste da diversi anni”, ha aggiunto Mario Giro.

READ  Louise, 87 anni, riceve un PV dall'Italia anche se non ha lasciato il suo villaggio

Rahila Tagou (uno)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.