Aggressione a est: l’Italia sottolinea la necessità che la RDC rafforzi il controllo delle frontiere e le capacità militari

Aggressione a est: l’Italia sottolinea la necessità che la RDC rafforzi il controllo delle frontiere e le capacità militari

Mercoledì 25 ottobre, il Presidente Felix Tshisekedi ha ricevuto l’Ambasciatore italiano, Alberto Pietrangeli, nella città dell’Unione Africana di Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo. Le discussioni si sono concentrate principalmente su questioni relative all’economia e alla sicurezza.

Per quanto riguarda la sicurezza, il diplomatico italiano ha sottolineato la necessità che la Repubblica Democratica del Congo rafforzi il controllo sui suoi confini, in particolare sulle capacità del suo esercito.

Ha aggiunto: “Abbiamo concordato sulla necessità di rafforzare le nostre relazioni economiche attraverso grandi progetti infrastrutturali. “Abbiamo aziende all’avanguardia specializzate nella costruzione di dighe, ponti e tutto il resto, ma anche nell’agricoltura”, ha spiegato il diplomatico italiano Alberto Pietrangeli.

Nel corso della sua ultima visita a Kinshasa, il 31 agosto di quest’anno, l’Ambasciatore italiano ha ricevuto il Vice Primo Ministro e Ministro della Difesa Nazionale Jean-Pierre Bemba. Le due parti hanno discusso della situazione della sicurezza e delle prospettive di cooperazione.

Al termine dei colloqui, la Repubblica Democratica del Congo e l’Italia hanno ribadito il loro impegno a rafforzare la cooperazione bilaterale nel campo della sicurezza. Questa cooperazione andrà a beneficio della Repubblica Democratica del Congo consentendole di affrontare meglio le sfide alla sicurezza che si trova ad affrontare e di rafforzare le sue istituzioni di difesa.

Alla luce di questo riavvicinamento tra i due Paesi, l’Italia sta studiando la possibilità di instaurare una concreta cooperazione con la Repubblica Democratica del Congo, soprattutto nel campo dell’addestramento e dell’equipaggiamento delle forze armate della Repubblica Democratica del Congo. L’Ambasciatore Pietrangeli ha spiegato che l’Italia può fornire supporto in termini di formazione e fornitura di attrezzature, ma tutte le decisioni verranno prese congiuntamente. Questa cooperazione promette di migliorare le capacità di difesa della Repubblica Democratica del Congo e di contribuire alla stabilità della regione.

READ  Μπορεί να έχουμε εκπλήξεις | Capitale

Questo approccio dimostra l’importanza che la RDC e l’Italia attribuiscono alla sicurezza e alla cooperazione internazionale. Rafforzando le loro relazioni nel campo della sicurezza, i due paesi stanno aprendo la strada allo scambio di buone pratiche, al coordinamento degli sforzi congiunti e al rafforzamento della lotta contro le sfide alla sicurezza.

Gloria Malumba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *