Marco Mengoni: “Sul palco sono un X-Man”

0

marco-mengoniDa Ronciglione a Los Angeles: in pochi anni la vita di Marco Mengoni è cambiata radicalmente. Il cantante infatti è stato invitato alla Hit Week, il festival di musica italiana nel mondo. Negli Stati Uniti, Mengoni poi ci tornerà per registrare il nuovo disco, nei mitici Sunset Sound Studios, luogo storico per la musica, dato che qui sono stati registrati pezzi dei Beatles o dei Led Zeppelin. Uno splendido momento questo per Marco, come rivela lo stesso cantante in una recente intervista a Vanity Fair. “Non ho di che lamentarmi” esordisce. Ma le fatiche musicali si fanno sentire, così dopo un lungo tour, Marco ha avuto necessità di una pausa. “Durante il tour, nella coda finale di In un giorno qualunque, ho iniziato ad abbracciare il pubblico. Un modo di arrendermi. Questo è stato un anno di lavoro duro, non un gioco” spiega Mengoni. Il cantante poi si rivela: dagli esordi ad oggi è passato tanto tempo, la vittoria ad X Factor, il Festival di Sanremo e le esperienze all’estero. E dire che inizialmente, Marco era piuttosto timido: il palco e l’adrenalina da live sono riusciti a dargli sicurezze che prima non aveva. “Io, che per timidezza non telefonavo agli amici, che fino a poco tempo fa avevo problemi a chiamare un taxi o un ristorante da prenotare. Adesso sul palco sono un X-Men, mi sento a casa: un Cesare”.

LEAVE A REPLY