Scoperta di un pianeta molto vicino ad una super-Terra

Scoperta di un pianeta molto vicino ad una super-Terra

Una super-Terra con un raggio maggiore del 55% rispetto a quello del nostro pianeta è stata scoperta nella zona abitabile di una stella relativamente vicina. Lo stesso sistema potrebbe anche ospitare un secondo pianeta delle dimensioni della Terra. Se così fosse, sarebbe il più piccolo pianeta abitabile mai scoperto dalla sonda TESS.

Un mondo promettente

La maggior parte degli esopianeti scoperti finora orbitano vicino alle loro stelle. Ciò rende improbabile che esistano condizioni adatte alla vita a causa delle alte temperature. Anche tra coloro che vivono nella zona abitabile, dove le temperature potrebbero consentire la presenza di acqua liquida in superficie, molti hanno incertezze legate ai modelli climatici e ad altri fattori.

Ma, TUI-715B Offre una prospettiva più promettente. E per una buona ragione, questo mondo recentemente È stato identificato dal satellite TESS in 137 anni luce La Terra si sta evolvendo La cosiddetta zona abitabile “conservativa” della sua stella. Ciò significa che anche tenendo conto delle ipotesi più pessimistiche, è probabile che si surriscaldi Compatibile con la presenza di acqua liquidaCiò incoraggia gli astronomi a condurre studi approfonditi per integrare i dati raccolti da TESS.

La sua atmosfera costituisce il più grande stato di incertezza

Naturalmente, affinché l'acqua superficiale sia presente, devono essere presi in considerazione molti altri fattori, tra cui a L'atmosfera giusta. Infatti, secondo la maggior parte delle stelle studiate da TESS, la stella in questione è A Nana rossa. In altre parole, è più piccolo e più freddo del Sole. Queste proprietà consentono a TOI-715b di mantenere una temperatura confortevole rimanendovi vicino (un'orbita ogni 19,2 giorni). Tuttavia, le nane rosse tendono ad esserlo Particolarmente attivo e volatile. A volte basta un’eruzione vulcanica per strappare via l’atmosfera dei pianeti vicini.

READ  MIT- Edexlive ha scoperto un misterioso divario tra le regioni interne ed esterne dell'ex sistema solare

In questo contesto, le grandi dimensioni di TOI-715b (raggio maggiore del 55% rispetto a quello terrestre) potrebbero rappresentare un vantaggio. La sua maggiore gravità aiuterebbe effettivamente a preservare la sua atmosfera in caso di un’eruzione non grande. Inoltre, le osservazioni effettuate nell'arco di due anni hanno mostrato che la stella non era molto attiva. Quindi questa potrebbe essere una buona notizia.

Questa illustrazione mostra un modo in cui la super-Terra di TOI-715 b, una super-Terra situata nella zona abitabile attorno alla sua stella, potrebbe apparire a un osservatore vicino. Fonte: NASA/JPL-Caltech

Possibile secondo pianeta

Il pianeta super-Terra TOI-175 b si aggiunge all'elenco dei pianeti nella zona abitabile che possono essere esaminati da vicino con un telescopio. James Webb. Sarà importante anche descriverne la massa e la possibile classificazione come mondo acquatico. Se così fosse, ciò renderebbe la sua atmosfera, se esiste, più importante e meno difficile da rilevare rispetto all’atmosfera di un mondo più denso e secco che probabilmente manterrebbe un’atmosfera più distinta più vicino alla superficie.

Infine ricordiamo che questa stella può anche ospitare Il secondo pianeta. Nominato temporaneamente TUI-715GLa sua larghezza sarà solo il 7% della larghezza della Terra, anche se, a causa dell'incertezza sulla sua presenza, le barre di errore su questo saranno più grandi. La sua presunta orbita è di circa 25 giorni, il che la colloca dov'è Vicino al bordo esterno della zona abitabile. Se questo mondo sarà confermato, diventerà il più piccolo pianeta abitabile scoperto finora da TESS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *