Riaprono i locali di intrattenimento: parlano gli artisti

Le misure contro la pandemia di COVID-19 continuano ad essere revocate nella Repubblica del Congo. Tra le nuove raccomandazioni, 34E il La Riunione di Coordinamento Nazionale per la Gestione della Pandemia COVID-19, tenutasi il 28 febbraio, ha annunciato la revoca delle procedure di chiusura dei locali notturni e di altri luoghi al chiuso e ricreativi. Così, assistere a un concerto, a uno spettacolo di pace, a una prima di un film, ecc., tutto questo diventa nuovamente possibile per il pubblico congolese e soprattutto per gli artisti, che hanno un solo desiderio, di riprendere liberamente le loro attività al rallentatore. Per quasi due anni. Un provvedimento che vuole anche essere un campanello d’allarme per sponsor e sponsor per sostenere il settore a rilanciarsi.

Lisbeth Mabyala, attrice, regista e produttrice

È un sollievo per noi, ma i nostri cuori sono ancora spezzati perché abbiamo perso così tanto in questo lungo periodo di reclusione. Tuttavia, la riapertura ufficiale dei locali di intrattenimento porterà un bendaggio alle tante ferite che ci portiamo, e la sorpresa è che non abbiamo avuto il tempo di prepararci. Di fatto, la ripresa sarà più lenta, credo. Ma mi sento davvero sollevato dopo questa decisione.

Pantera Nera, scorri

“È una buona decisione che le misure di chiusura dei locali di intrattenimento e di altri luoghi chiusi siano state revocate, anche se è un po’ tardi. Siamo arrivati ​​un po’ in ritardo perché abbiamo visto che in molti settori c’era un po’ di allentamento. Ma, nel ambiente culturale e artistico, c’era Like a siege, e le cose non stavano davvero procedendo. È vero che c’erano degli eventi, ma è stato in un modo un po’ segreto, per amore dell’arte. Ora che abbiamo il permesso chiaro, questo è una migliore opportunità per noi Questa notizia è anche un messaggio agli sponsor e agli promotori dei festival ea tutti gli Stakeholder del settore artistico Cultura e arti affinché il treno torni in pista e gli artisti possano organizzare e partecipare liberamente agli eventi. “

Filosofo Djoson, artista musicale

READ  Programma TV di mercoledì 28 aprile: Our Choice

“L’UCM ha scritto più volte alle autorità per revocare questo provvedimento, ma invano. Abbiamo passato quasi due anni senza produzione nella nostra sede e altrove. Oggi è una festa per tutti i musicisti perché possiamo ufficialmente riprendere il lavoro con il palco e spettacoli Inoltre, a partire da questo fine settimana, con la Super Nkolo mboka Orchestra, siamo entusiasti di condividere la sessione di prove con il pubblico.

Jules Ferry Musuke, narratore

“Accolgo con favore questa decisione del governo perché oggi le arti, che sono state confinate per due anni mentre altri settori sono stati attivi, possono attualmente ricevere il numero di spettacoli richiesto, pur rispettando le misure di barriera. Per noi artisti, è davvero un piacere essere di nuovo davanti al pubblico. A questo proposito, chiediamo alle autorità di sostenerci perché non è stato facile sopravvivere aziende private, sponsor e tutte le persone che amano la cultura ci aiutino affinché il settore può rivivere in modo intelligente, soprattutto perché sono due anni che non lavoriamo, quindi non abbiamo “generato denaro”.

Stephanie Bluetooth, comica

“Sono molto felice perché è un’ottima notizia per riconnettersi finalmente con il pubblico. Il settore culturale è paralizzato da quasi due anni e ora che le misure per la chiusura di locali di intrattenimento e altri luoghi sono state revocate, come artista, sveglia Questa è un’opportunità per tornare ai progetti di backup, in particolare Il “one-woman show” è la mia più grande preoccupazione al momento..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.