Remo Freuler: “L’Italia è nel mio cuore, ma l’amore non c’è”

Remo Freuler: “L’Italia è nel mio cuore, ma l’amore non c’è”

“L'Italia non muore mai!” Sette stagioni e mezzo nel Calcio lasciano convinti che l'Italia resti la favorita per gli ottavi: questo il messaggio lanciato da Remo Freuler riguardo al D-3 del grande shock.

Sabato Remo Freuler giocherà “una delle tre partite più importanti” della sua carriera con l'El Nati.

Pietra angolare

Abbiamo visto la partita contro la Croazia. Gli italiani erano indietro, ma non si arrendevano. Non si arrendono mai, come dimostra il Mezzogiorno Bologna. Un pareggio alla fine dei tempi supplementari farebbe loro molto bene. Alla fine sono arrivati ​​secondi in un gruppo molto forte. Sono loro i favoriti agli ottavi. Ad essere onesti, mi va bene.

“Tutta la differenza”

All'età di 32 anni, Remo Freuler farà sabato a Berlino “una delle tre più grandi apparizioni” della sua carriera internazionale nella sua 71esima selezione. “Questa partita non sarà come le altre. L'Italia è nel mio cuore, sorride. Ma agli ottavi non c'è spazio per l'amore. Lo zurighese vuole sicuramente questa vittoria che determinerà la riuscita della squadra svizzera”. in questo torneo europeo. “Per ora, abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Molto bene, comanda lui. Ma non importa. Questa partita contro l’Italia farà la differenza”.

Remo Freuler e compagni hanno avuto un'intera settimana per prepararsi agli ottavi. Il ricordo delle tre partite che la squadra ha giocato nel 2021 contro gli Azzurri è ancora fortemente presente nei ricordi dei giocatori. “Abbiamo perso 3-0 nella fase a gironi degli Europei. Remo Freuler ricorda una sconfitta netta. Per fortuna abbiamo risposto con due pareggi nelle altre due partite che ci hanno permesso di andare in Qatar…”

READ  Balogun mette sotto i suoi piedi due leader del Campionato Italiano! - Sport.fr

“Più di 10.000 tifosi ci spingono”

C'è un ricordo ancora più doloroso in questo, che risale agli ottavi di finale: la sconfitta per 6-1 contro il Portogallo ai Mondiali del 2022.

“Il contesto è completamente diverso”, afferma Remo Freuler. Questa volta avremo oltre 10.000 tifosi al nostro fianco a spingerci. Sono stati impressionanti nelle prime tre partite del torneo. Sta a noi renderli felici il più a lungo possibile per ricambiare il favore. Posso fare loro una promessa: la squadra che giocherà sabato non avrà nulla a che fare con la partita contro il Portogallo. Non giocheremo come la Scozia contro la Germania con tattiche difensive eccessive. “Giocheremo il nostro calcio per far male agli italiani”.

Una delle grandi “novità” della nazionale svizzera rispetto ai Mondiali del 2022 è l’emergere di Dan Ndoye. Il collega di Freurer in rossoblù sta procedendo bene con l'X factor della scelta.

“Non lo conoscevo bene quando ci siamo incontrati l'estate scorsa a Bologna”, ammette Remo Freuler. Con Dan ho scoperto un giocatore molto forte nell'uno contro uno e che sa anche tenere bene la palla. Il suo gol contro la Germania gli ha fatto un mondo di bene. Lo ha liberato dal peso. Ha solo 23 anni. “Ha davvero una grande carriera davanti a sé.” Remo Freuler non sarebbe contrario a fare un altro tentativo sabato.

I Nati e l'Euro: una storia in costruzione

Uno sguardo alle varie trasferte della nazionale svizzera agli Europei, culminate nei quarti di finale del 2020.

21/06/2024

ATS, di Laurent Ducret

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *