ÖSV Quartet alla premiere della Coppa del Mondo di Combinata Nordica – Magazin Sport Nachrichten –


Lisa Hirner – portatrice di speranza dall’Austria nella combinazione femminile
© APA (AFP)

Una pietra miliare nel loro ancora giovane sport attende venerdì il gruppo di combinata nordica femminile. Il Mondiale di venerdì (9.30 / 13.45) è la prima nella storia della combinata femminile, per le austriache c’è anche l’aspetto casalingo. L’allenatore dell’ÖSV Bernhard Aicher manda quattro giocatori attivi nella competizione per questo primo: Lisa Hirner e Anna-Lena Slamik, 17, Sigrun Kleinrath, 16 e Claudia Purker, 21.

Otepää e Lillehammer erano state designate come sedi della Coppa del Mondo per questa stagione. Ma in Estonia è stato annullato a causa della corona, Lillehammer è stato rinviato per il momento. C’è una grande speranza che funzioni ancora nella città olimpica del 1994 quest’inverno. “La Norwegian Ski Association e la FIS ci stanno lavorando”, ha riferito Aicher in una conferenza stampa virtuale mercoledì su richiesta dell’agenzia di stampa APA – Austria. “Speriamo di scivolare all’inizio di febbraio”.

Sarebbe ben prima dei campionati del mondo che inizieranno il 23 febbraio ad Oberstdorf, per i quali è prevista la partenza della combinata femminile. Finora, la Continental Cup è stata il livello più alto. Con le anteprime dei Mondiali e dei Mondiali, tutto si è finora sviluppato secondo un foglio strategico pubblicato cinque anni fa, secondo Aicher. “L’ultimo punto aperto sono i Giochi Olimpici, in programma nel 2026 in Italia”.

La Stiria vede il livello generale dello sport in aumento. “Non aumenta di anno in anno, ma in realtà mensilmente. Sempre più ragazze di diversi paesi si uniscono a noi. È uno sviluppo davvero interessante”. Proprio nel mezzo c’è il suo giovane quartetto, di cui solo l’ex specialista di salto con gli sci purker cambia carriera. La nativa di Salisburgo era ancora in Coppa del Mondo con Chiara Hölzl and Co. la scorsa stagione, dopo di che è passata al combi-camp.

READ  Dedico la vittoria a Veronica Franco

“È qualcosa di completamente diverso, un sacco di cose nuove. Ma non mi pento di questo passo per un secondo”, ha detto Purker. Alla fine, ha deciso abbastanza rapidamente che voleva andare in quella direzione. “Ora non posso dire quanto sono felice di essere arrivato così lontano. Certo, le piacerebbe presentarsi sulla collina per essere una delle prime a praticare lo sci di fondo. “Ad ogni modo, devo lottare in pista. La tensione c’è un po ‘, ma la gioia vince”.

Purker ha esperienza in Coppa del Mondo davanti ai suoi compagni di squadra, ma niente in termini di combinata nordica. Perché il restante trio ha imparato questo mestiere da zero. Secondo Hirner, ha vinto il bronzo ai Campionati del mondo juniores di Oberwiesenthal all’inizio di marzo ed è considerata la migliore del team ÖSV. Eisenerzerin proviene da una famiglia di salto con gli sci, guidata da padre Günther. “Lisa è stata la nostra pioniera negli ultimi anni”, Aicher sa cosa ha della Stiria.

Come eroe locale, la Coppa del Mondo è molto speciale per l’adolescente. “Ti rende di nuovo felice”, dice. In estate il verme era un po ‘dentro, ma la scioltezza è tornata. “Penso di poter mostrare qualcosa di buono saltando.” Le piacciono anche le salite sul sentiero. “I primi cinque sarebbero fantastici”, è così che ha stabilito il suo obiettivo. Il campo dei partecipanti è generalmente lo stesso di quello della Continental Cup.

Oltre alla Stiria, Aicher si affida a Kleinrath. “Penso che con queste due ragazze in particolare, siamo in prima linea”. Sei ben posizionato come squadra. Come il membro più giovane della squadra, Kleinrath è arrivato al salto con gli sci alla Goldi Talent Cup e successivamente alla combinata nordica circa otto anni fa. Quest’anno ha vinto il titolo di campionessa statale in assenza di Hirner. “La prima salita è molto importante, bisogna prenderla con calma”, ha detto il giovane, analizzando l’andamento del Mondiale.

READ  L'Austria al 14 ° posto per violazioni del GDPR - l'Italia è in cima alle multe

Slamik non poteva che essere d’accordo: “Devi sapere come distribuirlo correttamente. Non puoi perdere tutto al primo turno”. Al momento, si sente un po ‘meglio a saltare che a correre. “Top 12 o Top 10 – sarebbe fantastico”, ha detto la Zipline. Vede il suo caro connazionale e collega di club Johannes Lamparter, che di recente è davvero decollato in Coppa del Mondo, come modello. L’obiettivo a lungo termine sono i Giochi Olimpici: “L’obiettivo è esserci anche noi”.

Ora a Ramsau i combinatori saranno sicuramente molto interessati, compresi i saltatori con gli sci ÖSV. “Sono davvero felice di vedere quante ragazze ci saranno”, ha detto Hölzl. Daniela Iraschko-Stolz: “Penso che sia fantastico che vengano sul palco, che siano autorizzati a presentarsi. Con la combinata devi allenarti in modo molto diverso da un saltatore speciale. Hai un alto del corpo completamente diverso che devi mettere al vento., neanche quello dovrebbe essere paragonato “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *