I BRICS hanno ufficialmente smesso di accettare nuovi paesi nell’alleanza

I BRICS hanno ufficialmente smesso di accettare nuovi paesi nell’alleanza

Nonostante il crescente interesse ad aderire al gruppo, i BRICS hanno ufficialmente smesso di accettare nuovi membri nell’alleanza economica. Da quando i suoi ministri degli Esteri si sono incontrati la scorsa settimana, il gruppo ha visto più di nove paesi cercare di aderire. Tuttavia, il gruppo ha deciso di fermare per il momento il processo di espansione.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha rivelato la sospensione dei nuovi membri in un recente incontro con i funzionari in Bielorussia. Il gruppo intende far sì che sei paesi si uniscano ai suoi ranghi durante il vertice annuale del 2023. Quattro paesi hanno accettato la proposta, con il blocco che cresce per la prima volta dal 2001.

I BRICS hanno ufficialmente smesso di accettare nuovi paesi nell’alleanza
Fonte: Agenzia France-Presse

Leggi anche: I BRICS superano gli Stati Uniti: diventano il più grande esportatore di rame

I BRICS annunciano la cessazione del piano di espansione

Con l’adesione di Emirati Arabi Uniti, Egitto, Etiopia e Iran lo scorso anno, molti si aspettavano che il blocco BRICS portasse avanti questi piani. Tuttavia, questo non sembra essere il caso ora. Un funzionario russo ha annunciato che l’alleanza BRICS ha temporaneamente smesso di accettare nuovi paesi.

“A stragrande maggioranza i 10 paesi hanno deciso di fare una pausa con i nuovi membri per accogliere i nuovi membri che hanno raddoppiato l'associazione”, ha detto Lavrov alla capo del Consiglio della Repubblica di Balrussia, Natalia Kochanova, secondo notizie straniere.

“Allo stesso tempo, stiamo lavorando per classificare i paesi partner come fasi precedenti alla piena adesione”. Inoltre, Lavrov ha affermato che il blocco “sosterrà i nostri amici bielorussi come membri di paesi che la pensano allo stesso modo”.

READ  Dopo l'Ucraina, questa volta anche un tour in Russia
BRICS Vladimir Putin Leader dell'Africa in RussiaBRICS Vladimir Putin Leader dell'Africa in Russia
Fonte: Valery Sharifullin (TASS)

Leggi anche: La reazione della NATO e degli Stati Uniti all'espansione dei BRICS

La Bielorussia si unisce a paesi come Turchia, Sri Lanka, Serbia, Turchia, Tailandia e Malesia come paesi interessati a diventare parte del gruppo. Recentemente, il vice primo ministro serbo Aleksandar Vulin ha discusso l’appello ad aderire ai BRICS, senza richiedere ai paesi di adottare leggi straniere o di “cedere il potere al settore delle ONG”.

Secondo quanto riferito, il blocco ha cercato di aumentare la propria adesione nei paesi asiatici. Bloomberg Ha affermato che sia la Russia che la Cina hanno tratto vantaggio dall’espansione del loro accesso a quella regione. Questo potrebbe non essere il caso ora, poiché il gruppo sposta la sua attenzione sulle partnership.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *