Apple ha annunciato che rilascerà un aggiornamento che consentirà di utilizzare il FaceID dell’iPhone 13 anche se lo schermo del telefono è stato sostituito presso un centro di assistenza non ufficiale.

Apple è notoriamente riluttante a far riparare i suoi prodotti da un centro di assistenza di terze parti. Per garantire che i proprietari dei dispositivi non vogliano utilizzare il servizio in un luogo del genere, l’azienda deve affrontare vari ostacoli alle riparazioni “non autorizzate” del prodotto. Non è diverso con l’iPhone 13.

Già alla fine di settembre, la società ha indicato che se qualcuno non desidera riparare lo schermo dell’iPhone 13 presso un centro di assistenza ufficiale, può dire addio all’utilizzo di FaceID. Anche se vengono sostituiti da uno di un altro iPhone, se lo stesso pannello non è sulla parte anteriore del telefono, il sensore non funzionerà.

Tutto ciò è dovuto al fatto che l’azienda ha costruito un microcontrollore sullo schermo, quindi in sua assenza il sensore di riconoscimento facciale non funziona. La mancanza di un chip nel software può essere evitata, ma il software che può essere utilizzato a questo scopo è stato ricevuto solo da partner Apple autorizzati. Tutto ciò ha fatto arrabbiare così tanti utenti – e appaltatori di riparazioni – che Apple è ora costretta a fare marcia indietro.

Azienda A il bordoper me Ha detto che verrà rilasciato un aggiornamento software sui telefoni per bypassare l’uso del microcontrollore, in modo che in futuro, anche dopo un possibile cambio di visualizzazione, FaceID non venga interrotto. La società di Cupertino non ha detto quando ciò potrebbe accadere.

READ  Nvidia Quantum-2: uno switch da 400 Gbit/s con 57 miliardi di transistor

Se vuoi sapere di nuovo cose simili, amalo Pagina Facebook di HVG Tech.



Il numero di redazioni indipendenti sta diminuendo costantemente dal potere, e quelle che esistono ancora stanno cercando di rimanere a galla sotto crescenti venti contrari. In HVG perseveriamo e non cediamo mai alle pressioni, portando ogni giorno notizie locali e internazionali.

Ecco perché chiediamo a voi, nostri lettori, di sostenerci! Promettiamo di continuare a darti il ​​meglio che possiamo!