Sfogo Gattuso: “Troppi insegnanti a Napoli, non mi piace il trend”

Osimhen rilancia il Napoli che sale terza in classifica con la Roma, dietro Sassuolo e Milan. il Bologna vai ko con il sangue dell’attaccante Gattuso, che nel post partita non accetta critiche sull’approccio e non vuole sentire parlare dello scudetto: “Perché ci siamo avvicinati alle altre partite in questo modo? Questa partita di scudetto o non scudetto, che dobbiamo uccidere le squadre, non mi piace. Calmati, siamo una squadra giovane e forte che può avere Quando giochiamo male, sono il primo a dire “dobbiamo mantenerci in carreggiata ea quel punto a volte abbiamo ancora brutte giornate. Quando aumentiamo il ritmo, dobbiamo reagire immediatamente “ fece notare a Sky.

Bologna-Napoli 0-1: Osimhen rilancia Gattuso

Mario Rui e Ghoulam in tribuna. Dietro le quinte di Giuntoli sulla scelta di Gattuso



Gattuso duro con Rui e Ghoulam: “Serve gente in pista”

Napoli, Gattuso: “non mi piace andazzo”

“Perché Mario rui e Goulham sugli spalti? Sono andati in tribuna perché ieri hanno fatto una bella passeggiata, sono venuti perché è facile stare al caldo sul divano. Sono contento di quello che stiamo facendo, ma Non mi piace il trend che sento a Napoli, troppe polemiche, troppi insegnanti. Prima di rompere il modulo, ognuno deve fare il proprio, se sbaglio, vado a casa a pagarne le conseguenze “. Sulla cattiveria davanti alla meta: “Ci manca Mertens, di fronte è una frase e di solito non ti perdona. Dobbiamo migliorare questo aspetto, anche con il Sassuolo abbiamo avuto l’opportunità. Se non chiudi i giochi, diventano difficili. Sono contento comunque perché non abbiamo mai dato profondità al Bologna e non è facile. “



Gattuso: “sono soddisfatto”

READ  La ricetta per l'estate nel paese di Alençon. A La Hutte, il vitello tonnato dello chef Damien Justin

Gattuso: “Napoli dello scudetto? Ma vaf ….”

“Se Di Marzio dice che il Napoli è per lo scudetto? Lo mando a scopare, siamo seri. Nerd Ospina-Meret? Credo fermamente nel lavoro, se lavori seriamente giochi. Ci vuole impegno, se un professionista rimane in cima al proprio gioco, può fare qualsiasi cosa. Ospina e Meret lo sanno. Li scelgo in base alle qualità degli avversari, Ospina è cresciuta molto “. Chiudi nazionale: “Possiamo fare a meno delle amichevoli, le partite che contano sono quelle degli europei. Faccio il segno del cross a tutti i giocatori che vanno in Nazionale. È difficile mandare giocatori in questo periodo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *