Questi italiani sul podio del Pallone d’Oro: gli anni 2000 (5/5)

Durante la cerimonia del Pallone d’Oro France Football 2021, il centrocampista Jorginho è salito sul terzo gradino del podio. È la prima volta dal 2006 (Fabio Cannavaro primo e Gianluigi Buffon secondo) che un italiano si piazza tra i primi 3 di questa distinzione individuale. Indietro, decennio dopo decennio, su questi azzurri che hanno vinto o quasi vinto il Pallone d’Oro.
2006, un anno che i tifosi del calcio italiano non dimenticheranno presto. Il ricordo dell’incoronazione in Germania è così forte. Ma c’è un transalpino per il quale quest’anno è doppiamente degno di un traguardo: Fabio Cannavaro.

Cannavaro rompe il tabù dei difensori…

Il difensore centrale italiano ha alzato la quarta Coppa del Mondo da una Squadra Azzurra. Una distinzione che lo proietta quasi automaticamente nel costume dei favoriti per il Pallone d’Oro. Favorito, sì ma… Perché se ci assicuriamo costantemente che tutte le posizioni sono sulla stessa linea di partenza, è chiaro che alla fine… sono (quasi) sempre gli attaccanti a vincere. Ma non questa volta. Fabio Cannavaro vince, in rapida successione, il trofeo France Football e il titolo di miglior giocatore FIFA dell’anno. Esce da una grande stagione in cui ha vinto lo scudetto, prima che venisse ritirato dai torinesi nell’ambito dello scandalo Calciopoli. Il napoletano è da una decina d’anni il punto di riferimento italiano in fatto di centrale difensivo, con un passaggio dal XX al XXI secolo sotto i colori del Parma che lo portano nell’elite del calcio europeo. Cannavaro, vincendo il Pallone d’Oro, ottiene ciò che i suoi connazionali Giacinto Facchetti, Gaetano Scirea, Franco Baresi o Paolo Maldini non avevano ottenuto.

READ  Italia: esperti marocchini e stranieri sottolineano i guadagni diplomatici "senza precedenti" realizzati dal Regno

… Buffon non è ancora il guardiano

Quando vince l’Oro, Fabio Cannavaro è davanti al compagno di squadra della Juventus e nazionale Gianluigi Buffon (e l’Arsenal francese Thierry Henry). A quel tempo, nessuno contesta la sua supremazia nei gol. Ma, anche qui, è difficile rompere il soffitto di vetro che grava sui portieri e che solo, fino ad oggi, il Black Spider Lev Yachine (URSS) è riuscito a far esplodere. Buffon, in Argento ha valore di consacrazione, per colui che sarà eletto 5 volte (record) miglior portiere al mondo dell’anno.

Questa doppia presenza sul podio del Pallone d’Oro 2006 porta il sigillo della vittoria ai Mondiali. Ma sta nascondendo la foresta? In effetti, gli anni 2000 sono stati difficili per i giocatori italiani. Dal 2000 (e fino a Jorginho nel 2021), infatti, solo Paolo Maldini era riuscito, nel 2003, a 35 anni, a salire sul podio: terzo dietro al vincitore ceco Pavel Nedved (Juventus) e al francese Thierry Henry ( Arsenale). Paolo Maldini era già arrivato terzo nel 1994. Nel 2003, quando si ritirò l’anno precedente dalla Nazionale, visse un’intera stagione al Milan: Champions League, Supercoppa Europea, Coppa Italia.

Nessun altro italiano nella lista degli anni 2000. Ci saranno invece diversi residenti in Serie A: Zinedine Zidane, Andriy Shevchenko, Ronaldo, Pavel Nedved, Kakà. Con una traversata nel deserto dal 2008.
_
Leggi anche:
– Questi italiani sul podio del Pallone d’Oro: gli anni Sessanta (1/5)
– Questi italiani sul podio del Pallone d’Oro: gli anni ’70 (2/5)
– Questi italiani sul podio del Pallone d’Oro: gli anni ’80 (3/5)
– Questi italiani sul podio del Pallone d’Oro: gli anni ’90 (4/5)
– Questi italiani sul podio del Pallone d’Oro: gli anni 2000 (5/5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *