Quella foto è legittima? Google inserisce “Informazioni su questa immagine” per aiutarti a scoprirlo

Quella foto è legittima?  Google inserisce “Informazioni su questa immagine” per aiutarti a scoprirlo

L’avvento dell’intelligenza artificiale generativa accessibile significa che è diventato più difficile sapere se un’immagine online è legittima o meno. All’I/O all’inizio di quest’anno, Google ha presentato in anteprima uno strumento “Informazioni su questa immagine” che fornirà dettagli sull’origine di un’immagine. Sto rotolando adesso Insieme ad altri strumenti di verifica dei fatti.

La sezione Informazioni su questa immagine viene visualizzata in una ricerca su Google e mostra dove è apparsa per la prima volta l’immagine e dove puoi vederla online.

Il post di Google su questa immagine in tre screenshot

(Credito: Google)

Ti dirà anche come altri siti utilizzano l’immagine, la sua descrizione e i dettagli dei metadati dell’immagine quando disponibili. Negli screenshot qui sopra puoi vedere il processo mentre cerchi la famosa casa storta.

Per provarlo, fai clic sui tre punti sull’immagine nei risultati di Google Immagini o su “Ulteriori informazioni su questa pagina” nel widget “Informazioni su questo risultato” nei risultati di ricerca. “Aggiungeremo più modi per accedervi nei prossimi mesi”, afferma Google.

Non è stata menzionata la possibilità di accedere a questa funzionalità tramite Google Lens, che Google ha dichiarato all’I/O era in lavorazione. Google dice il bordo Google Lens e altri modi per lavorare con lo strumento sono ancora in fase di sviluppo.

Nel frattempo, il Fact Checker esistente di Google sta aggiungendo una funzione di ricerca di immagini. Aggiungi semplicemente l’URL dell’immagine al fact checker e ti mostrerà informazioni come le date in cui è stata utilizzata, il contesto relativo al suo utilizzo e l’URL dei siti Web in cui l’hai utilizzata. Nell’esempio sopra, Fact Check Explorer sfata il meme dello squalo uragano.

Consigliato dai nostri redattori

Google ti consentirà inoltre di utilizzare l’esperienza generata dalla ricerca (SGE) per trovare ulteriori informazioni sulla fonte di qualcosa online. L’esempio utilizzato da Google è la ricerca di un piccolo rivenditore che produca scarponi da trekking che ti piacciono. Coloro che scelgono SGE “potranno vedere le descrizioni generate dall’intelligenza artificiale di alcune fonti, integrate da informazioni su siti di alta qualità che parlano di quel sito”.

READ  WhatsApp | Come rimuovere i contatti duplicati | Applicazioni | trucco | 2021 | Smartphone | Telefoni cellulari | nda | nnni | GIOCO SPORTIVO

La spinta di Google a verificare le immagini deriva da a Studio 2023 condotto dal Poynter Institute che ha dimostrato che il 70% delle persone non era sicuro della propria capacità di dire se le foto online fossero vere o false. Il secondo studio nel 2022, Sempre di PoynterIl 63% delle persone afferma di incontrare disinformazione su base giornaliera o settimanale. Questi strumenti sono progettati per aiutare a combattere la disinformazione o almeno per aiutare a verificarla quando si verifica.

Ricevi le nostre migliori storie!

Iscriviti a Cosa c’è di nuovo adesso Ricevi le nostre storie principali nella tua casella di posta ogni mattina.

Questa newsletter può contenere pubblicità, offerte o link di affiliazione. L’iscrizione alla nostra newsletter indica l’accettazione del nostro sito web termini di utilizzo E politica sulla riservatezza. Puoi annullare l’iscrizione alle newsletter in qualsiasi momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *