Problemi con la capsula Starliner | Due astronauti ottimisti

Problemi con la capsula Starliner |  Due astronauti ottimisti

Il ritorno sulla Terra di Sonny Williams e Butch Wilmore era previsto per metà giugno. Sono bloccati sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) a causa di problemi tecnici con la capsula Starliner Da Boeing. Ma ne sono fiduciosi Starliner Non li deluderemo.


“Sento nel mio cuore che l'astronave ci riporterà a casa”, ha detto M.IO Williams mercoledì mattina in una conferenza stampa da un'altitudine di 408 chilometri sul livello del mare.

Prima della partenza è stata scoperta una perdita di elio, che ha ritardato il lancio. In orbita furono scoperte altre perdite di elio. L'elio viene utilizzato per comprimere il carburante. Inoltre, 5 dei 28 razzi hanno mostrato un comportamento anomalo una volta che la capsula ha raggiunto l'orbita.

Il signor Wilmore lo ha affermato Starliner È uno dei migliori velivoli che abbia testato nella sua carriera di pilota collaudatore.

“Dopo il lancio abbiamo testato le nostre capacità operative [en orbite] La navicella spaziale si è comportata molto bene. Abbiamo una misura di manovrabilità chiamata Cooper-Harper, dove 1 è il punteggio più alto e 10 è il peggiore. Non ho mai dato 1 nella mia carriera di pilota collaudatore. Ma ero tentato di farlo [pour Starliner] La navicella spaziale si è rivelata molto precisa in vari test. »

Problemi con la capsula Starliner |  Due astronauti ottimisti

Fotografia di Steve Nesius/Reuters

Decollo dello Starliner, 5 giugno 2024

Molte delle domande poste dai giornalisti erano variazioni sullo stesso tema: sono sicuri di poter tornare vivi sulla Terra? Starliner ? Sì, ripetevano gli astronauti.

Ma hanno riconosciuto che i test attualmente in corso in un laboratorio del New Mexico per verificare il comportamento dei missili potrebbero cambiare le regole del gioco. “Siamo disposti a tornare a meno che non ci siano i dati [des tests] “Dimostrare il contrario”, ha detto il signor Willmore.

MIO Williams non ha voluto speculare su quale tipo di risultati dei test in New Mexico sarebbero preoccupanti. “Vogliamo essere sicuri di poter utilizzare i razzi per deorbitare, non importa quanto siano potenti”.

Alla fine di giugno la NASA ha annunciato che, se necessario, Starliner Potrebbe rimanere attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale fino a settembre. Il test deve essere effettuato prima del ritorno perché i missili si trovano in un “modulo di servizio” che si disintegrerà nell’atmosfera al ritorno.

MIO La Williams ha anche affermato di sentirsi “a casa” sulla Stazione Spaziale Internazionale, che visita per la terza volta. “Mi sento bene quando volo” sulla Stazione Spaziale Internazionale.

READ  Strategia redoxdivergente per la costruzione (diidro) tiofeni con dimetilsolfossido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *