Primavera 2022, questa domenica 20 marzo 2020/03/20

Primavera 2022, questa domenica 20 marzo 2020/03/20

Le immagini del globo scattate dal satellite geostazionario Meteosat (situato a un’altitudine di 36.000 km) domenica 20 marzo, mostrano un sole perpendicolare all’equatore. Una tale formazione astrologica si incontra solo due volte l’anno, per i cosiddettiRivelatore EQUINOX.


Immagine satellitare Meteosat – 20 marzo 2022 alle 04:00 UTC – Eumetsat

L’equinozio di primavera 2021 accade esattamente questo Domenica 20 marzo alle 16:33 (ora di Parigi).

L’evento non si verifica esattamente nello stesso momento di anno in anno perché sotto un aspetto l’orbita terrestre non è perfettamente circolare (la distanza tra la Terra e il Sole varia da 147 a 152 milioni di km) ma anche perché il nostro calendario non è esattamente coincidono con la durata della rivoluzione terrestre attorno al Sole (365,2422 giorni). In questo equinozio di primavera, se ignoriamo la rifrazione atmosferica, la durata della notte è uguale alla durata del giorno (cioè circa 12 ore ciascuna). Il sole sorge quasi completamente a est e tramonta quasi completamente a ovest.

D’ora in poi, i giorni saranno più lunghi delle notti nell’emisfero settentrionale (e viceversa nell’emisfero australe) fino al prossimo equinozio, in autunno: mercoledì 22 settembre 2021 alle 23:23 (ora di Parigi).

Primavera 2022, questa domenica 20 marzo 2020/03/20Illustrazione dell'equinozio di primavera astronomico e del calendarioIllustrazione dell'equinozio di primavera astronomico e del calendario
A sinistra: Solstizio d’inverno, i raggi del sole raggiungono l’emisfero sud.
Centro: dal solstizio d’inverno all’equinozio di primavera, la luce solare arriva perpendicolarmente all’asse del globo.
A destra: dall’equinozio di primavera al solstizio d’estate mentre la Terra ruota attorno al sole.

ICalendario

Illustrazione dell'equinozio di primavera astronomico e del calendario
Wikipedia

L’equinozio di primavera determina la primavera e il calendario astronomici. Tuttavia, la definizione climatica delle stagioni differisce leggermente e vede il limite di tempo anticipato per coprire esattamente tre mesi di calendario, facilitando il calcolo dei dati climatici. Nell’emisfero settentrionale, le stagioni climatiche sono le seguenti:

  • Primavera = marzo, aprile e maggio
  • Estate = giugno, luglio e agosto
  • Autunno = settembre, ottobre e novembre
  • Inverno: dicembre, gennaio e febbraio

L’estate e l’inverno diventano rispettivamente, nella zona temperata, i quarti più caldi e più freddi del ciclo annuale, tenendo conto, inoltre, del ritardo con cui l’atmosfera inizia a riscaldarsi o raffreddarsi. Quando l’illuminazione solare inizia ad aumentare o diminuire .

Illustrazione dell'equinozio di primavera astronomico e del calendario

READ  Medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Astronomia, lo studente Brusque riceve la medaglia consegnata dal Ministro della Scienza e della Tecnologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *