Pakistan e Cina hanno deciso di riportare temporaneamente gli studenti pakistani nelle università cinesi

Studenti pakistani che indossano maschere protettive escono al loro arrivo dalla Cina all’aeroporto internazionale di Islamabad. – Agence France-Presse / fascicolo
  • Il primo ministro discute del ritorno degli studenti pakistani nelle loro università in Cina in un colloquio telefonico con il premier cinese Li Keqiang.
  • L’ambasciata pakistana in Cina afferma che entrambe le parti hanno lavorato per riportare gli studenti nelle università.
  • Il premier cinese sottolinea che la questione è una priorità assoluta.

In uno sviluppo recente, Islamabad e Pechino hanno concordato di riportare gli studenti pakistani nelle università cinesi soggette alla situazione COVID-19 in Cina.

L’ambasciata pakistana a Pechino ha pubblicato su Twitter che il primo ministro Shahbaz Sharif ha discusso del ritorno degli studenti pakistani nelle loro università in Cina nella sua recente conversazione telefonica con il premier cinese Li Keqiang.

Una dichiarazione ufficiale dell’ambasciata: “La situazione senza precedenti ed eccezionale causata dallo scoppio della pandemia di COVID-19 ha influenzato le attività educative degli studenti di tutto il mondo, compresi gli studenti pakistani iscritti alle università cinesi, molti dei quali attualmente in Pakistan. ” Lei disse.

Ha affermato che, a seguito degli sforzi congiunti delle ambasciate pakistana e cinese, le due parti hanno lavorato per rimpatriare gli studenti in Cina in più fasi, con il premier cinese che ha sottolineato di mantenere la questione come una priorità assoluta.

La dichiarazione afferma inoltre che il Pakistan e la Cina stanno finalizzando gli accordi per il ritorno del primo gruppo di studenti il ​​prima possibile.

L’ambasciata pakistana in Cina ha anche confermato che sta seguendo le autorità cinesi per restituire anche gli studenti rimanenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.