Omicron: Tre dosi di vaccino chiave per la protezione contro la variante

Scienziati britannici hanno avvertito che due dosi del vaccino Covid non bastano per impedirti di prendere la variante Omicron.

Le prime analisi dei casi di Omicron e Delta nel Regno Unito hanno mostrato che i vaccini erano meno efficaci nel fermare la nuova variante.

Ma un terzo richiamo impedisce a circa il 75% delle persone di sviluppare sintomi di Covid.

Nel frattempo, il ministro per il miglioramento delle competenze Michael Gove, che ha presieduto un incontro con i primi ministri dei paesi incaricati questo pomeriggio, ha avvertito che il Regno Unito si trova di fronte a una “situazione di grave preoccupazione”.

Parlando dopo la riunione del comitato di emergenza del governo Cobra, ha affermato che le misure adottate finora sono state “proporzionate”, ma i ministri hanno “assolutamente” tenuto tutto sotto controllo.

“È assolutamente necessaria un’azione e, man mano che emergeranno nuovi dati, valuteremo quale azione dobbiamo intraprendere di fronte a tali dati”, ha aggiunto.

Nel Regno Unito sono stati confermati altri 448 casi di Omicron, portando il numero segnalato finora a 1.265. Il numero totale di casi Covid registrati venerdì è stato di 58.194, il numero più alto dal 9 gennaio.

Il governo ha affermato che sta aggiornando le sue linee guida per le case di cura in Inghilterra, limitando il numero di visitatori consentiti per residente e aumentando i test “al fine di bilanciare gli attuali rischi di Covid-19”.

Una delle principali preoccupazioni dall’emergere della variante Omicron altamente mutata è stata che avrebbe reso i vaccini meno efficaci.

Il rapporto della UK Health Security Agency ha analizzato i dati di 581 casi di omicron e migliaia di casi delta per calcolare l’efficacia dei vaccini contro la nuova variante.

READ  Pope Francis in Hungary: Orban provides Pope a loaded gift

L’analisi si basa su dati limitati, ma ha mostrato una diminuzione significativa dell’efficacia del vaccino Oxford-AstraZeneca e una diminuzione significativa di due dosi di Pfizer.

La protezione del 75% contro i sintomi del Covid dopo l’assunzione di una dose di richiamo non è elevata rispetto alle varianti precedenti.

Non c’erano dati sufficienti per analizzare il vaccino Moderna o Janssen, ma non c’è motivo di credere che avrebbero avuto risultati diversi.

Tuttavia, l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, che ha sostituito Public Health England, ha affermato che i vaccini possono ancora fornire una buona protezione contro il Covid grave che necessita di cure ospedaliere.

Finora, circa 22 milioni di persone hanno ricevuto una dose di richiamo, ma anche se tutti fossero potenziati, la minore efficacia del vaccino renderebbe comunque suscettibili milioni di persone.

I dati del mondo reale supportano studi di laboratorio che hanno mostrato una diminuzione di 40 volte della capacità degli anticorpi delle persone che hanno ricevuto un doppio vaccino di eliminare il virus.

C’è ottimismo sul fatto che i vaccini manterranno ancora molte più persone fuori dagli ospedali anche se più persone prendono il Covid. I dati sul rischio potrebbero essere pubblicati la prossima settimana.

Tuttavia, un’onda Omicron può essere un problema anche se è più mite. Un’onda grande e improvvisa potrebbe far sì che tutti coloro che sono ancora fragili abbiano bisogno di cure ospedaliere allo stesso tempo.

Il rapido aumento dei casi di Omicron stava già indicando che la variante stava avvolgendo parte della protezione offerta dai vaccini.

Si stima che il numero di casi di Omicron raddoppi ogni due o tre giorni.

READ  L'India continua a promuovere i caccia e gli elicotteri LCA Tejas per le forze armate argentine

L’Autorità per i servizi di salute e sicurezza sul lavoro (UKHSA) stima che più della metà dei casi nel paese sarà Omicron entro metà dicembre e che se la crescita continua senza sosta, ci saranno più di 100.000 casi al giorno entro la fine del mese.

La dottoressa Mary Ramsay, responsabile dell’immunizzazione presso il NHS UK, ha dichiarato: “Queste prime stime dovrebbero essere trattate con cautela, ma suggeriscono che pochi mesi dopo la seconda pugnalata, c’è un rischio maggiore di sviluppare la variante omicron rispetto al ceppo Delta. .

“Ci aspettiamo che i vaccini mostrino una maggiore protezione contro le gravi complicanze del COVID-19, quindi se non hai effettuato le prime due vaccinazioni, prenota immediatamente un appuntamento”.

La ricerca arriva tra le preoccupazioni per il numero crescente di casi di Omicron nel Regno Unito. Il primo ministro scozzese, Nicola Sturgeon, ha avvertito di uno “tsunami” di casi mentre inasprisce le regole di isolamento Covid e incoraggia le persone a cancellare i piani per le feste di Natale.

Secondo la nuova guida per le case di cura in Inghilterra, i residenti potranno ricevere visite solo da tre persone, più un caregiver primario.

Il Ministero della salute e dell’assistenza sociale ha affermato che i test aumenteranno anche per i residenti completamente vaccinati che sono in visita all’estero e per i dipendenti, e le squadre di vaccinazione sono state ampliate per aumentare l’assunzione del vaccino di richiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *