La netografia porta la scienza e il rilevamento dei dati nello strumento di monitoraggio

La netografia porta la scienza e il rilevamento dei dati nello strumento di monitoraggio

Intelligenza artificiale e apprendimento automatico, scoperta e risposta della rete, tecnologie di nuova generazione e sviluppo sicuro

Il CEO Martin Roche afferma che Netography è in grado di rilevare comportamenti anomali senza l’assistenza umana

Michael Novison (Michael Novison) •
7 aprile 2023

Martin Roche, CEO di Netography (Foto: Netography)

Netography ha aggiunto più funzionalità di rilevamento e capacità di data science per aiutare le grandi organizzazioni a comprendere meglio cosa c’è nelle loro reti, secondo il CEO Martin Roesch.

Guarda anche: Webinar | L’evoluzione dell’architettura di rete: ciò che non sai può farti del male

La società con sede ad Annapolis, nel Maryland, negli ultimi 12 mesi ha aumentato la quantità di dati immessi nel suo sistema senza intoppi e continua a fornire agli utenti tempi di risposta inferiori al secondo, secondo Roche. Ha detto che il sistema Netography continua a rispondere anche se gli vengono lanciati più dati (vedi: CISA avverte di un aumento degli attacchi DDoS).

“Quello che Netography ha fatto è costruire una piattaforma di analisi dei dati su larga scala che prende e analizza i dati in tempo reale da queste aziende e li abbellisce con il contesto intorno all’ambiente”, ha affermato Roche.

Netography raddoppia la scoperta basata sul contesto, consentendo alle organizzazioni di nominare e impostare regole per sistemi, gruppi di sicurezza e posizioni. Ad esempio, potrebbe garantire che le macchine in un edificio non possano parlare con le macchine in un altro edificio o che le attività sul laptop del CFO siano severamente limitate, ha affermato. Gli utenti possono ora porre domande contestualmente rilevanti e fare in modo che il loro sistema descriva comportamenti e attività nell’ambiente, ha affermato.

READ  Microsoft Patch Martedì, Edizione aprile 2022 - Security Krebs

Raddoppia la scoperta

Roesch ha investito molto per consentire al sistema Netography di dire a se stesso cosa sta guardando sfruttando il contesto da fonti di dati esterne o prodotti di gestione delle vulnerabilità. Secondo Roche, la costruzione di un sistema di guida autonomo in grado di informarsi da solo farà risparmiare tempo ai clienti e si tradurrà in meno lavoro per gli altri.

“Più chiedi agli utenti di fare, più difficile è per loro ottenere valore dal sistema.”

Martin Roche, CEO, Netografia

Dal punto di vista della scienza dei dati, Roesch vuole che Netography passi da un approccio statistico che analizza i dati per cercare anomalie negli standard a un approccio basato sul comportamento che rileva le anomalie in base all’attività che si verifica nel sistema. Ha affermato che la tecnologia di apprendimento automatico di Netgeography è in grado di rilevare comportamenti benigni senza che gli utenti debbano descriverli all’azienda.

“C’è una linea sottile tra statistiche e machine learning, e stiamo oltrepassando la linea sottile”, ha detto Roche a Information Security Media Group. “Otteniamo più potenziale nella descrizione dei comportamenti senza dover essere descritti dagli utenti per noi – che è molto più di un’attività di deep learning – e cerchiamo cambiamenti rispetto alle normali interazioni che vediamo nell’ambiente”.

L’apprendimento profondo è molto difficile da realizzare, ha affermato Roche, soprattutto se gli esseri umani non sono coinvolti in ogni fase del processo. Costruendo un sistema di autocorrezione, ha affermato Roche, gli esseri umani non devono più essere l’unica fonte di verità o continuare a manipolare i dati come richiesto con sistemi di prevenzione o rilevamento delle intrusioni.

READ  La nuova legge dell'UE impedisce ad Apple di accedere alle funzionalità hardware e software

“Più chiedi agli utenti di fare, più difficile è per loro ottenere valore dal sistema”, ha affermato Roach. “E l’approccio notch è pensato per essere un sistema a basso attrito, qualcosa che è molto semovente.”

Indagine sul panorama competitivo

Roche ha affermato che Netography compete con tutti, dalle “aziende della vecchia scuola” come Cisco agli strumenti del centro operativo di rete come Plixer e fornitori di scoperta e risposta della rete come ExtraHop, Vectra e Corelight. Quasi tutti i prodotti concorrenti sono costruiti su una piattaforma hardware che richiede un ciclo di orchestrazione costante, ha affermato Roche, mentre Netography è puro SaaS senza necessità di implementazione.

Roesch vende principalmente alle società Fortune 1000 in Nord America in settori verticali tra cui finanza, tecnologia, servizi pubblici, aviazione, elettronica, alimenti e bevande, spedizioni, logistica e media. L’implementazione a basso attrito di Netography brilla nelle organizzazioni precedentemente alle prese con problemi di monitoraggio della rete, ha affermato Roche, e fa appello agli utenti disamorati della tecnologia basata su hardware.

Roche ha affermato che dal punto di vista delle metriche, si concentra strettamente su entrate ricorrenti annuali, numero di clienti, numero di dipendenti, conversione del marketing e crescita della pipeline. Per monitorare la pipeline di vendita di Netography, l’azienda utilizza processi interni complessi che tracciano quantitativamente ciò che entra nella pipeline, come procede attraverso la canalizzazione di conversione e la qualità dell’esperienza del cliente.

“Le grandi aziende hanno spesso ambienti OT oltre agli ambienti IT e cloud”, ha affermato Roche. “Essere in grado di trattarli come una cosa sola piuttosto che avere tecnologie separate per ogni area con team diversi, lingue diverse e tutto ciò che è diverso offre alle persone una gestione molto migliore di ciò che sta accadendo nella loro organizzazione”.

READ  Il Pac-Man Museum + raccoglie i migliori giochi di Pac-Man attraverso le generazioni; Data di rilascio del Game Pass, titoli inclusi e altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *