La missione di Peregrine sulla luna incontra una “anomalia” e Astrobotic tenta una “manovra improvvisata”.

La missione di Peregrine sulla luna incontra una “anomalia” e Astrobotic tenta una “manovra improvvisata”.
Chandan Khanna/AFP Un razzo Vulcan Centaur è decollato da Cape Canaveral in Florida lunedì 8 gennaio 2024. Era a bordo del lander Peregrine, il primo veicolo americano a tentare l'atterraggio sulla luna in più di 50 anni.

Chandan Khanna/AFP

Un razzo Vulcan Centaur è decollato da Cape Canaveral in Florida lunedì 8 gennaio 2024. Era a bordo del lander Peregrine, il primo veicolo americano a tentare l'atterraggio sulla luna in più di 50 anni.

Spazio – Tutto è iniziato bene. Il razzo Vulcan Centaur del gruppo industriale ULA, che riunisce Boeing e Lockheed Martin, è decollato da Cape Canaveral lunedì 8 gennaio. A bordo c'era il lander Peregrine, il primo dispositivo americano a tentare l'atterraggio sulla Luna in più di 50 anni. Ma quest'ultimo affrontò A “anomalia” Durante il volo lo ha annunciato Astrobotic, la società privata che lo ha sviluppato.

Missione rischiosa?

Circa 50 minuti dopo il decollo, Peregrine si separò dal razzo: Astrobotic accese quindi il dispositivo e si ricollegò. Il lander ha quindi proseguito il suo cammino verso il nostro satellite naturale.

“Purtroppo si è verificata un'anomalia che ha impedito ad Astrobotic di raggiungere un orientamento stabile verso il sole.”Possiamo leggere soprattutto nel comunicato stampa. Tuttavia, il veicolo è dotato di pannelli solari che devono essere puntati verso il sole “Per consentire la massima resa elettrica”secondo i documenti aziendali.

In una seconda dichiarazione, Astrobotic ha spiegato che il problema era il risultato di… “probabilmente” Problema con il sistema di pagamento. “ “Se così fosse, metterebbe a repentaglio la capacità della nave di atterrare sulla luna.”Lo ha riferito l'azienda, spiegando che le batterie della macchina sono già arrivate “Bassi livelli operativi”.

UN “Manovra improvvisata” È stato implementato in un tentativo “Reindirizzare i pannelli solari verso il sole”Ha aggiunto, qualche tempo prima della prevista perdita di contatto. La società ha affermato che fornirà ulteriori informazioni una volta ripristinata la connettività.

In serata, questa anomalia ha generato un secondo caso per il lander americano sulla superficie lunare. Infatti, Astrobotic ha indicato che il veicolo perdeva carburante durante il volo. “Purtroppo sembra che ci sia un problema tecnico nel sistema di pagamento.” un motivo “ Enorme perdita di carburante »Astrobotic ha detto in una dichiarazione pubblicata su X. “Stiamo attualmente valutando profili di missione alternativi che potrebbero essere possibili in questo momento”.

“Il ritorno dell'America sulla superficie lunare”

Peregrine è stato sviluppato da Astrobotic con il supporto della NASA, che ha incaricato questa azienda di trasportare attrezzature scientifiche sulla Luna. Contratto da 108 milioni di dollari.

READ  Metti alla prova il tuo QI con il rompicapo matematico! Quiz di matematica sotto forma di puzzle per mettere alla prova la tua mente.

Se Astrobotic riuscisse finalmente ad atterrare sulla Luna come previsto il 23 febbraio, potrebbe diventare la prima azienda a realizzare questa impresa. Negli ultimi anni, compagnie israeliane e giapponesi hanno tentato di sbarcare sulla Luna, ma queste missioni si sono concluse con incidenti.

“Guidare il ritorno dell’America sulla superficie della Luna, per la prima volta dai tempi delle missioni Apollo, è un grande onore”.Il presidente di Astrobotic, John Thornton, ha dato l’annuncio venerdì in una conferenza stampa. Ma ha detto di aver compreso i rischi del fallimento.

Economia lunare

Anche se la missione della NASA è solo temporanea, rappresenta comunque un passo importante per l'agenzia, che cerca di incoraggiare lo sviluppo dell'economia lunare.

Ha firmato un contratto con diverse aziende, tra cui Astrobotic, per inviare attrezzature scientifiche sulla Luna. Il programma, chiamato CLPS, fornisce alle imprese finanziamenti critici. A metà febbraio è previsto anche il lancio sulla Luna di un'altra azienda selezionata, Intuitive Machines, con un razzo SpaceX.

Questa nuova strategia dovrebbe consentire alla NASA Per fare il viaggio più spesso, più velocemente e spendendo meno.”Lo ha spiegato Joel Cairns, un alto funzionario dell'agenzia spaziale. Queste missioni, che studiano l’ambiente lunare, dovrebbero consentire i preparativi per il ritorno degli astronauti sulla Luna, che la NASA sta pianificando attraverso il suo programma Artemis.

Finora solo gli Stati Uniti, l’Unione Sovietica, la Cina e l’India sono riusciti a far atterrare un dispositivo sulla superficie lunare. È prevista anche una missione JAXA per tentare lo sbarco sulla Luna tra circa due settimane.

Leggi e guarda su HuffPost:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *