Il dipendente di McDonald’s di SA McDonald’s è stato condannato a 10 anni di carcere per sputare

Impiegato McDonald’s di SA McDonald’s condannato a 10 anni di carcere per aver sputato sul gelato McFlurry

[Photo Credit: Today.com]

Un uomo sudafricano che lavorava da McDonald’s è stato condannato a 10 anni di prigione dopo essersi sorpreso a sputare in una vaschetta di gelato di McFlurry. In seguito ha cercato di utilizzare il video per estorcere denaro al fast food multinazionale.

Clement Othositsi Soothing si è filmato mentre sputava nel gelato cinque anni fa. Poi ha chiamato i suoi superiori, fingendosi un cliente arrabbiato e ha chiesto 150.000 rand, altrimenti avrebbe pubblicato il video sui social.

Seotheng è comparso davanti alla corte del magistrato di North Pretoria, dove era accusato di danni alla proprietà ed estorsione.

È stato condannato per entrambi i capi di imputazione e condannato a 5 anni di carcere per aver contato danni dolosi. Con l’accusa di estorsione, Seotheng è stato condannato a 10 anni di carcere.

Tuttavia, il giudice ha stabilito che le sentenze saranno eseguite contemporaneamente, il che significa che Seotheng sconterà 10 anni effettivi di carcere.

Impiegato McDonald's di SA McDonald's condannato a 10 anni di carcere per aver sputato sul gelato McFlurry
Impiegato McDonald’s di SA McDonald’s condannato a 10 anni di carcere per aver sputato sul gelato McFlurry [Photo: Bullfrag]

Parlando del caso, il portavoce della National Prosecuting Authority Lumka Mahangana ha detto che Siothing aveva lavorato come membro dell’equipaggio in un ristorante McDonald’s nel Montana per due anni quando ha commesso il crimine.

Il 23 settembre 2017, mentre era al lavoro, Seothaeng si è registrato [using a cellphone] In un video di 20 secondi fa il gelato di McFlurry senza mostrare la sua faccia, solo qualcuno in uniforme.

“Tuttavia, mentre lo preparava, ha sputato dentro il gelato McFurry, lo ha mescolato e chiuso il coperchio. Dopo essersi registrato, ha inviato la clip al manager con un numero diverso come cliente interessato e ha chiesto R150 000 per evitare di far circolare il video sui social media”.

“Mentre aumentava la pena, il procuratore generale, David Molokom, ha chiesto alla corte di imporre una sentenza appropriata che rifletta il rifiuto della società di un comportamento così inappropriato e illegale, utilizzando i social media per comportamenti antisociali”.


Articoli che ti piacerebbe leggere,



  • Come IHarare non perde mai le ultime notizie nel feed delle notizie dopo il nuovo algoritmo di Facebook
  • READ  L'ex alto diplomatico Pompeo ha affermato che gli Stati Uniti dovrebbero riconoscere Taiwan

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.