Il cambiamento climatico potrebbe creare “fiumi nel cielo” portando livelli record di pioggia

Un nuovo studio ha rivelato che parti dell’Asia orientale potrebbero assistere alla formazione di “fiumi nel cielo” a causa del cambiamento climatico, portando con sé livelli record di precipitazioni.

Gli scienziati hanno creato un modello per studiare il comportamento dei fiumi atmosferici e delle precipitazioni estreme nell’Asia orientale sotto le diverse conseguenze del cambiamento climatico.

Il termine fiumi atmosferici è usato per descrivere lunghi e stretti percorsi di condensazione del vapore acqueo. Questi stretti percorsi di umidità concentrata nel cielo possono causare rapidamente allagamenti quando colpiscono una barriera come una catena montuosa, rilasciando enormi quantità di acqua in un breve periodo di tempo.

Per saperne di più

Secondo i modelli degli scienziati, gli eventi piovosi nell’Asia orientale saranno più frequenti e più intensi nei prossimi decenni con il riscaldamento del pianeta. Più acqua verrà trasportata attraverso l’aria e più pioggia cadrà a terra.

Gli scienziati hanno condotto questo studio dopo che l’Asia orientale ha subito piogge molto intense nel luglio 2018 e nel luglio 2020 a causa dei fiumi atmosferici.

Per comprendere l’effetto, il team ha utilizzato simulazioni ad alta risoluzione dei cicli atmosferici globali che ricreano virtualmente le condizioni nell’atmosfera.

Hanno esaminato altri modelli climatici regionali e confrontato le simulazioni basate su dati meteorologici reali dal 1951 al 2010 con le previsioni per il 2090.

Gli autori hanno utilizzato uno scenario climatico che comporterebbe un riscaldamento di 7,2°F (4°C), rispetto ai livelli preindustriali, ben al di sopra dell’obiettivo di 3,6°F (2°C) fissato come parte dell’accordo sul clima di Parigi.

Per saperne di più

Qual è la quantità di acqua nell'atmosfera terrestre?

READ  Carl 'Flash' Tundo wins Rally of Tanzania to extend his guide in ARC sequence : The common Athletics

Gli scienziati dell’Università di Tsukuba in Giappone hanno scoperto che se le temperature aumentassero di 7,2 gradi Fahrenheit (4 gradi Celsius), nello scenario peggiore, i fiumi atmosferici si rafforzerebbero, portando a livelli record di precipitazioni senza precedenti in tutta l’Asia orientale.

Sebbene abbiano esaminato solo l’Asia orientale, il team afferma che le loro previsioni si applicheranno anche alle medie latitudini con ripide catene montuose, tra cui Europa e Nord America.

La creazione di simulazioni basate su diversi esiti del cambiamento climatico consente agli scienziati di prevedere l’impatto di diversi eventi meteorologici quando il mondo si riscalda.

Il team giapponese afferma di aver già visto chiari segni del riscaldamento globale che ha colpito parti del paese, quindi voleva sapere come le cose potrebbero andare storte.

“Sta diventando sempre più evidente che il riscaldamento globale significa qualcosa di più del semplice aumento delle temperature”, hanno scritto.

Gli eventi estremi, come piogge torrenziali, inondazioni e ondate di calore, stanno diventando sempre più frequenti e intensi in tutto il mondo.

Per saperne di più

Gli scienziati vogliono un divieto globale

Gli scienziati hanno avvertito che questo “crea un bisogno urgente di anticipare e prepararsi a questi cambiamenti” in futuro, quando discutono della necessità del loro lavoro.

Un evento meteorologico estremo particolarmente distruttivo è un aumento delle precipitazioni a livelli inaspettati e senza precedenti, che possono portare a inondazioni.

Per aiutare a prevedere gli eventi piovosi, gli scienziati hanno esaminato una causa: l’interazione dei fiumi atmosferici con le catene montuose.

Il team ha spiegato: “Come suggerisce il nome, i fiumi atmosferici sono lunghe e strette bande di vapore acqueo concentrato che fluiscono attraverso l’atmosfera. Quando una di queste bande incontra una barriera, come una catena montuosa, può produrre livelli estremi di pioggia o nevicata.” .

READ  AUKUS:澳大利亞在中國問題上押注美國是福是禍 - BBC Information 中文

L’autore principale dello studio, il professor Yuichi Kamai, ha affermato che le simulazioni prevedono un migliore trasporto di vapore acqueo, nonché un aumento delle precipitazioni a livelli senza precedenti.

Nelle simulazioni, la maggior quantità di precipitazioni atmosferiche legate ai fiumi si è verificata sui pendii meridionali e occidentali delle montagne dell’Asia orientale, inclusi Giappone, penisola coreana, Taiwan e Cina nord-orientale.

Per saperne di più

Guarda la terra respirare in un video incantevole!

Le precipitazioni maggiori saranno sui versanti sud-occidentali delle Alpi giapponesi.

Lo studio è stato limitato all’Asia orientale a causa dei limiti di tempo e di elaborazione del computer, ma si aspettavano che si applicasse ad altre regioni del mondo.

Il Prof. Kamai ha spiegato: “È probabile che i nostri risultati siano applicabili anche in altre regioni di media latitudine dove le interazioni tra i fiumi atmosferici e le ripide montagne svolgono un ruolo importante nelle precipitazioni, come nel Nord America occidentale e in Europa. Queste regioni possono anche essere esposte a precipitazioni estreme Le precipitazioni intense diventano più frequenti e intense con il riscaldamento del clima.

I risultati dello studio sono stati pubblicati in dettaglio sulla rivista Geophysical Research Letters.

Fonte: Posta quotidiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.