Firefox 87 si avvia con la navigazione privata “SmartBlock”

Esempio di SmartBlock (a destra) in azione.

Foto: Mozilla

Mozilla ha lanciato Firefox 87, con l’ultima versione del browser che include “SmartBlock”, una nuova funzionalità per la privacy promossa come una soluzione intelligente per le pagine Web che vengono interrotte dal monitoraggio della protezione, senza compromettere la privacy degli utenti.

SmartBlock mira a rafforzare la funzione di blocco dei contenuti incorporata di Firefox, disponibile sia tramite la navigazione privata che le modalità di protezione rigorosa del tracker negli ultimi sei anni, che impedisce il download di script, immagini e altri contenuti di terze parti dal monitoraggio intersito segnalato da società tramite Disconnect.

Ha spiegato nel prof Post sul blogBloccando questi componenti di tracciamento, le finestre di navigazione privata di Firefox impedivano a queste società di monitorare gli utenti mentre navigavano in Internet. Tuttavia, così facendo si corre il rischio di bloccare i componenti necessari per il corretto funzionamento di alcuni siti Web.

“Ciò può comportare la mancata visualizzazione delle immagini, funzionalità non funzionanti, prestazioni scadenti o addirittura il mancato caricamento dell’intera pagina”, ha affermato Mozilla. “Per ridurre questa interruzione, Firefox 87 sta ora introducendo una nuova funzionalità per la privacy che chiamiamo SmartBlock”.

SmartBlock lo fa fornendo backup locali dei testi di tracciamento di terze parti bloccati.

“Questi script di backup si comportano esattamente come quelli originali per assicurarsi che il sito funzioni correttamente. Permette ai siti danneggiati che si basano sugli script originali per il download di funzionare correttamente”, ha detto il blog.

“Crediamo che l’approccio SmartBlock offra il meglio di entrambi i mondi: una solida protezione per la tua privacy e allo stesso tempo un’ottima esperienza di navigazione.”

Su Chrome, a partire dalla versione 90, la barra degli indirizzi del browser utilizzerà “https: //” per impostazione predefinita, se non diversamente specificato.

Gli utenti spesso digitano “example.com” invece di “https://example.com” nella barra degli indirizzi. In questo caso, se si trattava della prima visita dell’utente a un sito web, Chrome sceglieva in precedenza http: // come impostazione predefinita protocollo Questa era un’impostazione predefinita in passato, quando gran parte del Web non supportava HTTPS ” Blog di Chromium spiegato.

Ha indicato che la mossa avrebbe migliorato la velocità di download iniziale dei siti abilitati per HTTPS, oltre a rappresentare un miglioramento della privacy.

Questa modifica verrà inizialmente implementata su Chrome Desktop e Chrome per Android 90, con una versione per Chrome per iOS che seguirà subito dopo.

Copertura correlata

Google Chrome: è ora di abbandonare il browser

Abbiamo creato la bestia che è diventato Google Chrome. Solo noi possiamo distruggerlo.

Che mi dici di Firefox?

C’è ancora un posto per il browser coraggioso perdente?

Troppe schede del browser? Questa fantastica estensione è la mia soluzione preferita

Se ti ritrovi ad aprire regolarmente così tante schede del browser da non riuscire a rintracciarle tutte, non sei il solo. Ci sono molti plugin là fuori che promettono di superare il sovraccarico di schede, ma Workona, il mio preferito, offre un set di funzionalità che altri non possono eguagliare.

READ  L'ultimo minuto: Seljuk Bayraktar ha parlato del martire maggiore generale Osman Arbash! Ha dato un importante contributo allo sviluppo di sistemi di velivoli senza pilota ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *