Dovresti aggiornare a Windows 11? Ecco un elenco delle funzionalità mancanti

Windows 11 è disponibile ed è ora ampiamente disponibile per la maggior parte degli utenti. Microsoft consente agli utenti di continuare a utilizzare Windows 10, anche dopo il lancio di Windows 11. È necessario eseguire l’aggiornamento a Windows 11 o continuare a utilizzare Windows 10?

Prima del rilascio di Windows 11, il motivo principale per cui gli utenti aggiornavano il proprio sistema operativo desktop a una nuova versione principale del sistema operativo era continuare ad accedere a nuove ed entusiasmanti funzionalità. Inoltre, per gli aggiornamenti di sicurezza regolari era necessario l’aggiornamento a un nuovo sistema operativo principale.

Nonostante il rilascio di Windows 11, Microsoft non prevede di estrarre funzionalità o aggiornamenti di sicurezza da Windows 10 almeno fino al 2025. Microsoft rilascerà aggiornamenti di sicurezza per i dispositivi meno recenti che non possono o non vogliono eseguire l’aggiornamento a Windows 11 versione 21H2.

Se sei confuso sulla scelta di un aggiornamento, questa guida tenterà di evidenziare i motivi per cui potresti voler rimanere con Windows 10 e aiuterà a rispondere alla domanda se dovresti o meno aggiornare a ‌Windows 11.

Elenco delle funzionalità mancanti in Windows 11

Non c’è dubbio che Windows 11 viene fornito con molti miglioramenti del design, ma se aggiorni oggi ti perderai molte funzionalità.

menu iniziale

Come già saprai, Windows 11 rinuncia ai live tile per le icone statiche e non è più possibile ridimensionare le icone delle app poste in Start. Non puoi raggruppare le icone o persino ridimensionare il menu Start stesso.

Microsoft ha anche rimosso l’opzione per aprire il menu Start in modalità a schermo intero.

Ecco un elenco di tutte le funzionalità che mancano in New Start:

  • La funzionalità della cartella dell’app non è attualmente disponibile, ma è impostata per tornare con Windows 11 versione 22H2.
  • Non è possibile rimuovere le applicazioni installate o visualizzare solo tutte le applicazioni.
  • Non è possibile aggiungere pagine delle impostazioni alla schermata Start.
  • Non è possibile rimuovere la partizione consigliata.
  • Nessun supporto per badge.
READ  Windows 10: KB5006670 paralizza le stampanti di rete

Barra delle applicazioni

Inutile dire che la caratteristica peggiore di Windows 11 è la nuova barra delle applicazioni.

La barra delle applicazioni è ora bloccata nella parte inferiore dello schermo e non è chiaro se questa funzionalità tornerà o meno. Inoltre, le app non possono essere bloccate sulla barra delle applicazioni se le trascini semplicemente e rilascia, il che è strano dato che Windows 11 è stato pubblicizzato per offrire una migliore produttività.

Ecco un elenco di tutte le funzionalità che mancano nella nuova barra delle applicazioni:

  • Non è possibile modificare le dimensioni e la posizione della barra delle applicazioni.
  • Non puoi separare le etichette.
  • Non puoi Trascina e rilascia i file sulla barra delle applicazioniTuttavia, questa funzione dovrebbe tornare entro la fine dell’anno. Inoltre, sarai in grado di trascinare e rilasciare le icone delle app per aggiungerle alla barra delle applicazioni, ma funziona solo con le app sui desktop.
  • Non è possibile disabilitare le icone di sistema come il suono nella custodia.
  • Microsoft ha rimosso un intero menu contestuale per la barra delle applicazioni, quindi manca l’opzione per eseguire Task Manager.
  • Il supporto delle barre degli strumenti è diminuito: non è più possibile aggiungere titoli, collegamenti, desktop e cartelle personalizzate.
  • La durata della batteria lenta in Windows 10 ha consentito agli utenti di modificare rapidamente la modalità di alimentazione. Questo è stato rimosso con Windows 11.
  • Microsoft ha rimosso la possibilità di visualizzare o aggiungere eventi di calendario.

Windows Explorer

Esplora file è praticamente lo stesso, ma alcune funzionalità attualmente mancano in Windows 11:

  • Non c’è alcuna opzione di aggiornamento nel menu contestuale. Questo potrebbe essere un problema perché Explorer a volte non riesce ad aggiornare automaticamente.
  • Il nuovo menu contestuale non supporta tutte le funzionalità della versione classica ed è più lento del solito.
  • La barra degli strumenti di accesso rapido è stata rimossa.
  • Le anteprime delle cartelle non sono supportate nella versione RTM, ma verrà gestita dalla versione 22H2.
READ  Apple rilascia l'ultima versione beta di iOS 15.5: ecco le novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.