Dott.. Appaiono in profondità in superficie dopo 100 giorni di vita sott’acqua

Dott..  Appaiono in profondità in superficie dopo 100 giorni di vita sott’acqua
Apri questa immagine nella galleria:

In questa foto fornita dal Florida Keys News Bureau, l’esploratore subacqueo e ricercatore medico Dr. Joseph Dettori emerge il 9 giugno dopo aver vissuto per 100 giorni nell’habitat marino del Jules’ Undersea Lodge sul fondo di un lago a Key Largo, in Florida.Andy Newman/Associated Press

Un professore universitario che ha trascorso 100 giorni vivendo sott’acqua in un lodge per subacquei delle Florida Keys è riemerso venerdì e ha alzato la faccia al sole per la prima volta dal 1 marzo.

Il dottor Joseph Dettori ha stabilito un nuovo record per il tempo più lungo vissuto sott’acqua senza decompressione durante il soggiorno al Jules ‘Undersea Lodge, sommerso sotto 30 piedi (9,14 m) di acqua nel lago Key Largo.

L’esploratore subacqueo e ricercatore medico ha superato il precedente record di 73 giorni, 2 ore e 34 minuti stabilito da due professori del Tennessee nella stessa loggia nel 2014.

“Non si è mai trattato di record”, ha detto Dettori. “Si trattava di espandere la tolleranza umana per il mondo sottomarino e un ambiente isolato, confinato ed estremo”.

Dettori, soprannominato anche “Dr. Deep C”, è un istruttore della University of South Florida con un dottorato di ricerca in ingegneria biomedica e un ufficiale della Marina degli Stati Uniti in pensione.

Guinness World Records ha elencato Dettori come detentore del record sul suo sito Web dopo il suo 74esimo giorno sott’acqua il mese scorso. La Marine Resources Development Corporation, proprietaria del lodge, richiederà alla Guinness di certificare il marchio dei 100 giorni di Dettori, secondo il presidente della fondazione Ian Kublik.

READ  Mali officially disbands military services junta, five months immediately after coup

La missione Dettori, denominata Project Neptune 100, è stata organizzata dalla Fondazione. A differenza di un sottomarino, che utilizza la tecnologia per mantenere la pressione interna all’incirca uguale a quella in superficie, l’interno del lodge è sintonizzato per adattarsi all’alta pressione trovata sott’acqua.

Il progetto mira a saperne di più su come il corpo e la mente umani rispondono a un’esposizione prolungata a stress estremi e a un ambiente isolato, ed è progettato a beneficio dei ricercatori oceanici e degli astronauti nelle future missioni a lungo termine.

Durante i tre mesi e nove giorni in cui è stato sott’acqua, Dettori ha eseguito esperimenti e misurazioni quotidiane per monitorare come il suo corpo ha risposto all’aumento della pressione nel tempo.

Ha anche incontrato online diverse migliaia di studenti provenienti da 12 paesi, tenuto un corso USF e accolto più di 60 visitatori a casa.

“La parte più soddisfacente di questo è interagire con quasi 5.000 studenti e far sì che si preoccupino di preservare, proteggere e ringiovanire il nostro ambiente marino”, ha affermato Dettori.

Ha in programma di presentare i risultati del progetto Neptune 100 al Congresso mondiale di medicina estrema a novembre in Scozia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *