Bitcoin, moneta ufficiale dell’India: i dettagli dal governo

Doppia faccia L’India a volte mostra un volto tollerante favorevole alla crescita dell’adozione di criptovalute nel paese, e altre volte si chiude solo all’idea che le criptovalute possano rivaleggiare con la valuta fiat della nazione. Il recente intervento del ministro delle Finanze non fa ben sperare Bitcoin (BTC) e i suoi studenti.

Criptovalute e India: no a Bitcoin, sì alla valuta digitale della banca centrale

Il ministro delle finanze indiano Nirmala Sitharaman Mio I punti sulla i quando parlò in Parlamento il 29 novembre 2021, indicando che Il governo non ha intenzione di riconoscere Bitcoin come valuta. Ha anche chiarito che il governo attualmente non raccoglie alcuna informazione sulle transazioni bitcoin.

Sembra che l’India voglia rafforzare ancora una volta la sua posizione sulle criptovalute. Il bollettino del Parlamento del 23 novembre 2021 indica che i legislatori sono pronti a discutere e votare il disegno di legge sulle criptovalute e la regolamentazione delle valute digitali ufficiali, nel dicembre 2021. Questo disegno di legge sarà portato avanti Significa un divieto di criptovalute private, anche se l’obiettivo principale è creare un quadro normativo per una valuta digitale della banca centrale (MNBC).

La definizione di questa particolare criptovaluta non è chiaramente definita a questo punto, ma questo non dovrebbe essere escluso Le criptovalute come Bitcoin potrebbero essere interessateE non solo quelli che offrono transazioni anonime come monero (XMR).

Dai divieti alle restrizioni: il prossimo tentativo sarà quello giusto?

Il governo ha già Prova a vietare le criptovalute all’inizio del 2019 con fattura. Nel gennaio 2021, ha tentato ancora una volta di reintrodurre un disegno di legge nello schema della criptovaluta, quasi identico al disegno di legge che i legislatori potrebbero prendere in considerazione a breve.

READ  MIUI 12 è così fastidioso che Xiaomi sta chiedendo aiuto agli utenti

La Reserve Bank of India ha emesso una circolare nel 2018 vietando tutte le transazioni di criptovaluta. Questo divieto è stato revocato dalla Corte Suprema nel 2020, stabilendo che la banca centrale non può imporre tali restrizioni sproporzionate. Nessuna legge va in quella direzione.

Ci stiamo dirigendo verso? Divieto totale di criptovaluta o regolamentazione rigorosa di quest’ultima ? La palla è nel campo dei legislatori che possono finire il brivido, o fare gli straordinari nel 2022.

Alcuni paesi temono il potenziale del bitcoin, mentre altri lo hanno legalizzato o sembrano voler seguire questa strada. Acquista i tuoi bitcoin sull’app ZENGO e Ottieni $ 25 Cashback in BitcoinPer acquistare per $ 250. Niente è più facile: Scarica l’app ZENGOe inserisci il codice ZENGOJDC Al momento della registrazione (link di riferimento)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *