Apple ha lanciato una nuova pagina web che mostra i dati che le sue app stanno raccogliendo su di te: notizie sulla tecnologia, Firstpost

Nel dicembre 2020, Apple ha iniziato a richiedere agli sviluppatori di app di creare un poster sulla privacy che elenchi tutti i dati raccolti dalla loro app. Facendo un ulteriore passo avanti, Apple ha lanciato un database ricercabile di etichette sulla privacy per la propria app. Il sito Web sulla privacy di Apple ora contiene una nuova sezione “Etichette”, che descrive in dettaglio come ciascuna delle applicazioni interne di Apple raccoglie i dati degli utenti. “I nostri adesivi per la privacy sono progettati per aiutarti a capire come le applicazioni gestiscono i tuoi dati, comprese le app che sviluppiamo in Apple”, si legge nella pagina web che contiene il database di denominazione della privacy.

Apple ha una nuova scheda chiamata Etichetta sul suo sito sulla privacy.

La denominazione della privacy per le app Apple non è del tutto nuova. In precedenza, le etichette sulla privacy per tutte queste app erano molto disponibili nelle loro pagine di supporto individuali e ora sono tutte curate insieme in un unico posto.

Gli adesivi per la privacy sono disponibili per tutte le app su iOS, macOS, watchOS, tvOS e iPadOS. Apple ha anche messo a punto strumenti per sviluppatori come Xcode, App Store Si. Ad esempio, un file App Store Raccoglie i dati sulla posizione, gli identificatori, i dettagli dell’acquisto, la cronologia delle ricerche, ecc. Orologio da parete L’app raccoglie identificatori che non sono associati a te. Nel frattempo, il file Messaggi L’app raccoglie le informazioni di contatto, la cronologia delle ricerche e altri identificatori associati alla tua identità.

Adesivo per la privacy dell'app Messaggi Apple.

Adesivo per la privacy dell’app Messaggi Apple.

Con questo, Apple conferma che l’adesivo per la privacy in nessuna delle sue applicazioni non conterrà “dati utilizzati per rintracciarti”. Altri sviluppatori possono “tenere traccia degli utenti” se ottengono il permesso dall’utente per farlo. Questo sarà obbligatorio in App Tracking Transparency Framework da implementare con iOS 14.5.

READ  Microsoft ha annunciato Office 2021, disponibile per Windows e macOS, entro la fine dell'anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *