Secondo l’esercito degli Stati Uniti, un oggetto interstellare si è schiantato sulla Terra

Martin Deja tramite Getty Images

Un oggetto interstellare si è schiantato sulla Terra nel 2014 e questa scoperta è la prima.

Spazio: la scoperta è passata quasi inosservata nel 2014. A quel tempo, c’era qualcosa Interstellare si è schiantato sul nostro pianeta. Una meteora è stata vista ardere nel cielo vicino a Papua Nuova Guinea ed è probabile che finirà il suo corso nel Pacifico meridionale.

Fino ad oggi, la nota su questo evento è stata tenuta segreta dal governo degli Stati Uniti eSpazio statunitense Richiesta. Tuttavia, il 7 aprile questo ramo del Pentagono ha pubblicato un comunicato stampa che conferma la scoperta del primo meteorite interstellare mai osservato.

Questa nota consente quindi lo studio condotto congiuntamente dai ricercatori Amir Siraj E Abramo Loeb, pubblicato nel 2019, per ricevere finalmente la revisione e la pubblicazione tra pari. In effetti, la convalida della loro ricerca era stata precedentemente paralizzata dalla natura senza precedenti della scoperta che alcuni dei dati non erano stati trasmessi dalle autorità statunitensi.

Oggetto non identificato da lontano

La scoperta del meteorite, che era largo solo pochi metri, arriva sulla scia delle recenti scoperte di altri due oggetti interstellari del nostro pianeta. sistema solarenoto come Oumuamua nel 2017 e Borisov nel 2019, che erano molto più grandi e non erano in stretto contatto con la Terra.

READ  Covid-19: 15 nuovi decessi e basso tasso di contagi in Corsica

A quel tempo, la scoperta di Oumuamua diede origine a molte teorie, introducendo l’oggetto interstellare come a strana nave. Tuttavia, si è scoperto che la stella non era inferiore a a parte di un pianeta da un altro sistema solare.

Sulla scia della scoperta di Oumuamua, Amir Siraj e il coautore Abraham Loeb sono stati ispirati a cercare potenziali palle di fuoco interstellari. Poi hanno scoperto un oggetto che è esploso vicino all’isola di Manus l’8 gennaio 2014 a una velocità straordinaria di oltre 130.000 miglia orarie. Questa velocità è secondo ricercatori Segna “una possibile origine dall’interno profondo di un sistema planetario o stella nello spesso disco della Via Lattea”.

tesoro di conoscenza

Amir Siraj ha detto vice. Quest’ultimo ora vuole provare a recuperare potenziali detriti dal corpo. “Una cosa che controllerò, e sto già parlando con le persone, è se è possibile perquisire i fondali oceanici al largo della Papua Nuova Guinea e vedere se riusciamo a trovare dei frammenti”.

Tuttavia, le probabilità di trovare questo oggetto interstellare sono scarse, poiché è possibile che tutti i resti della palla di fuoco siano atterrati in piccole quantità in una regione disparata dell’Oceano Pacifico meridionale, il che rende ancora più difficile trovarli.

“Sarà un grande compito, ma lo esamineremo con molta attenzione perché la possibilità di ottenere il primo pezzo di materiale interstellare è abbastanza eccitante da poterlo verificare accuratamente e parlare con tutti gli esperti di viaggi oceanici nel mondo di recupero di meteoriti”, Il ricercatore spiega.

Scopri invita gli altri

Questo meteorite interstellare è un segno che il Sistema Solare potrebbe essere inondato di materiale proveniente da altri sistemi stellari e persino da altre galassie, che potrebbero essere scoperte da ricerche future. Tali sforzi potrebbero offrire scorci di mondi oltre la nostra Via Lattea, mentre potrebbero esserci veri e propri tesori interstellari da scoprire sul nostro pianeta.

READ  Suggerisce che le prime galassie nell'universo fossero enormi

“A causa della rarità delle meteore interstellari, le meteore al di fuori della galassia saranno ancora più rare”, afferma Amir Siraj di Naib. Quest’ultimo aggiunge, però, “Non troveremo nulla in futuro se non lo cerchiamo. Noi, come scienziati, possiamo costruire una rete ampia quanto una rete sensori il governo degli Stati Uniti, e per il loro uso per scopi scientifici e per il pieno beneficio dell’atmosfera”.

Vedi anche suL’HuffPost: la missione turistica Ax-1 di SpaceX è arrivata sana e salva alla Stazione Spaziale Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.