Rating UE, bel cappotto verde su gas e nucleare, ma è la tempesta

La Commissione europea sta affrontando una reazione rabbiosa sui suoi piani per consentire al gas e all’energia nucleare di qualificarsi per investimenti “verdi”, con il ministro dell’Economia tedesco che guida l’accusa contro il greenwashing. Alla fine, sembra una bella mano di verde sul nucleare. che ne dici?

La bozza di proposta (visto in precedenza da The Guardian) aprirebbe la strada all’inclusione del gas e dell’energia nucleare nella “Classificazione delle attività economiche rispettose dell’ambiente” dell’Unione europea, a determinate condizioni.

Il rating è un sistema di rating che mira a indirizzare miliardi verso progetti di energia pulita per raggiungere l’obiettivo dell’Unione Europea di zero emissioni nette entro il 2050.

Gas “sostenibile” e nucleare: Germania, Austria e Lussemburgo non ci sono

Tedesco Robert Habeck, che il mese scorso è diventato ministro dell’economia e dell’azione per il clima, afferma che i piani non sono affatto buoni per la sostenibilità.

Robert Habeck, Verdi tedeschi

dall’Austria cantato Leonor GoslerIl ministro dell’Azione per il clima ha minacciato di intentare una causa contro l’autorità se i piani per il clima e l’ambiente fossero stati realizzati e avessero distrutto il futuro dei nostri figli.

“Analizzeremo attentamente l’attuale progetto e abbiamo già richiesto un parere legale sul nucleare nella classificazione. Se questi piani verranno implementati in questo modo, intraprenderemo un’azione legale”.

Gli stessi toni aspri del ministro dell’Energia del Lussemburgo, Claude Turmesche ha descritto il progetto come una provocazione.

Tuttavia, è improbabile che gli oppositori ottengano la maggioranza qualificata necessaria per bloccare i piani.

Francia, Repubblica Ceca e Ungheria per gas e nucleare sì. E l’Italia?

Alcuni paesi pro-nucleare, come Francia e Ungheria, vogliono che l’energia nucleare sia inclusa nell’accordo, anche se la maggior parte degli altri paesi dell’Europa centrale e orientale non lo fanno. E l’Italia? prestigio. Greenpeace, Legambiente e WWF È lì da giorni Perché il ministro per la Trasformazione ambientale Singolani prenda una posizione chiara, non una retroguardia, incondizionata da parte delle lobby. Quando al defunto è stato chiesto di lui, non ha risposto, y.

READ  Esportare cozze in Italia ... ma greca ed educativa

L’essenza della questione può essere risolta proprio “grazie” alle condizioni del gas. Potrebbe essere questo il compromesso (un altro dopo la COP26) che alla fine porterà tutti d’accordo?

Gas
Impianto di estrazione di gas naturale a Groningen, Paesi Bassi. Il gas può essere classificato come “investimento sostenibile” a determinate condizioni. Foto: Cris Toala Olivares / Getty Images

Dopotutto, il ministro delle finanze tedesco (non i Verdi) Christian Lindner Domenica, ha affermato che il paese ha bisogno di centrali elettriche a gas come tecnologia di transizione, dato il suo allontanamento dal carbone e dall’energia nucleare.

La Germania ha chiuso venerdì tre delle sei centrali nucleari per mantenere il suo impegno a eliminare gradualmente la tecnologia entro la fine del 2022.

Bello e buon sabotaggio

Nella mia umile ignoranza, ritengo questo giudizio comprensibile dal punto di vista economico oltre che energetico, ma disastroso dal punto di vista ambientale. Per un motivo molto semplice: classificare il gas come “investimento sostenibile” quando “non è possibile generare la stessa capacità energetica utilizzando energie rinnovabili” paralizza le energie rinnovabili. senza compromessi.

È come lasciare andare il pedale dell’acceleratore quando devi sorpassare e quando è il momento di spingere più forte. Per quanto riguarda l’energia nucleare, non ne parlo, può essere inclusa se il progetto dimostra di avere un piano per il trattamento delle scorie radioattive. C’è ? Dimmi.

io Giovani attivisti per il clima Vedono questa “nebbia azione per il clima” come incompatibile con l’obiettivo dell’UE di zero emissioni nette entro il 2050. E francamente, nemmeno io lo sono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *