Polpi, segnali inaspettati del cambiamento climatico

Polpi, segnali inaspettati del cambiamento climatico

Per gli scienziati, lo scenario di un rapido scioglimento e collasso di parte dell’Antartide è molto reale e potrebbe senza dubbio essere più veloce di quanto immaginato.

pubblicato


Tempo di lettura: 1 minuto

Polpi, segnali inaspettati del cambiamento climatico

L’Antartide ha una storia turbolenta tra periodi di glaciazione e riscaldamento globale. Gli scienziati stanno cercando di prevedere cosa potrebbe diventare la calotta polare con l’attuale aumento delle temperature. Per questo possono contare su un aiuto prezioso e inaspettato: quello dei polpi. Grazie a questi animali, gli scienziati hanno scoperto che parte della calotta glaciale potrebbe sciogliersi più velocemente del previsto. È quanto emerge da uno studio pubblicato giovedì 21 dicembre Nella rivista scienza.

Per fare questo, gli scienziati hanno studiato il genoma dei polpi Turquet, che vivono in tutto il mondoPolo Sud In mari diversi, ora separati dal ghiaccio. Queste società si sviluppano quindi isolate le une dalle altre. Ma in realtà, studiando il DNA di questi polpi, gli scienziati sono giunti alla conclusione che in passato potevano incrociarsi liberamente. In altre parole, l’Antartide occidentale era priva di ghiacci 125.000 anni fa. I mari di Amundsen, Ross e Weddell erano quindi collegati da rotte marittime libere dai ghiacci.

Parte dell’Antartide sta crollando più velocemente del previsto

Comprendere i fenomeni attuali ci permette di mettere a confronto le due epoche. 125 mila anni fa, il pianeta visse un periodo di riscaldamento. Le temperature a quel tempo erano circa 1,5 gradi più calde rispetto alle temperature preindustriali. Che è come niente…

READ  Scopri il tuo stato psicologico attuale!

In effetti, un aumento di 1,5 gradi rispetto all’era preindustriale corrisponde all’incirca all’aumento medio della temperatura che la Terra sta sperimentando oggi. Per gli scienziati, lo scenario di un rapido scioglimento e collasso di parte dell’Antartide è molto reale e potrebbe senza dubbio essere più veloce di quanto immaginato. Questo scioglimento avvenuto 125 mila anni fa portò ad un innalzamento del livello del mare da 5 a 10 metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *