Più frequente e più violento con il riscaldamento globale?

pubblicato

Francia 2
Articolo di

Relat, V. Pashtik, S. Gravelin – Francia 2

TV francesi

Gli uragani causati dalla confluenza di aria calda e fredda sono ancora un fenomeno raro in Europa. Ma questo fenomeno estremo si moltiplicherà in futuro con il riscaldamento globale?

È uno spettacolo agghiacciante ora visto per sei mesi all’anno negli Stati Uniti centrali. Tornado di eccezionale forza a volte come quello avvenuto sabato 21 maggio in Michigan, che ha lasciato dietro di sé solo tetti strappati e auto ribaltate. Potrebbero diventare luoghi comuni in Nord America e in Europa, a partire dalla primavera? Era inimmaginabile prima, ma gli uragani nella Repubblica Ceca l’anno scorso e in Germania questa settimana hanno cambiato le cose.

Affinché le nuvole temporalesche generino tornado, una massa di aria calda sul terreno deve incontrarsi con aria più fresca più in alto, spinta da venti vorticosi. Questi fenomeni diventeranno più numerosi e più violenti con il cambiamento climatico? La questione è ancora dibattuta tra gli scienziati del clima. “In teoria, dovremmo avere arance più violente, condizioni portanti più violente e quindi situazioni più favorevoli per gli uragani. Questa è una teoria che non è stata ancora osservata”Lo spiega Robert Vautard, scienziato del clima e membro dell’Intergovernmental Panel on Climate Change.

Vedi tutte le novità

Sottoscrizione alla Newsletter

Il telegiornale è alle 20.

Ogni giorno, ricevi le tue notizie in diretta alle 20:00

Sottoscrizione alla Newsletter

Articoli sullo stesso argomento

Visto dall’Europa

Il canale Franceinfo seleziona quotidianamente i contenuti dei media audiovisivi europei, membri di Eurovision. Questi contenuti sono pubblicati in inglese o francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.