Perché i cani raddoppiano il peso in 6000 anni?

Sarai anche interessato


[EN VIDÉO] Le 10 migliori razze di cani più intelligenti
Tuttavia, è difficile determinare l’intelligenza di un cane. Cosa dice la scienza e quali razze sono le più intelligenti?

La storia evolutiva dell’uomo è strettamente correlata alla storia del cane, sia biologicamente che culturalmente. I primi indizi da Addomesticamento di questi canini La sua storia risale a più di 30.000 anni fa e l’assemblea congiunta è agli atti fossile, tra uomo e cane, risalente a quasi 15.000 anni fa. molti fossili cane È già stato scoperto e permette di comprendere l’evoluzione morfologica delOceano. Tuttavia, la conoscenza dei fattori che hanno influenzato i percorsi evolutivi dai primi cani alle forme attuali rimane altamente frammentata.

L’addomesticamento del cane è avvenuto in modo indipendente in diversi luoghi del mondo

Oltre alla mancanza di fossili, questa conoscenza è incompleta a causa del fatto che addomesticamento di cane si è verificato indipendentemente in diversi luoghi del mondo ed è probabile che sia iniziato in base a comportamenti e obiettivi diversi. Uno studio condotto da un gruppo di ricerca internazionale è stato oggetto di a Pubblicato in Giornale di scienze archeologiche: rapporti Sull’evoluzione morfologica dei cani in Croazia dal Neolitico.

Cani a guardia delle mandrie

Gli autori di questo studio hanno concluso che l’altezza dei cani variava tra circa 8000 (neolitico ed età della pietra) e 2.000 anni (romano). Sono stati esaminati i resti di oltre cinquanta cani, per lo più provenienti dalla Croazia ma anche dai vicini paesi europei. I primi agricoltori neolitici arrivarono in Croazia dall’Anatolia (Asia Minore), dal Medio Oriente e Probabilmente ha portato con sé una razza di cane che non esistono già in questo settore. Gli autori riferiscono che gli esemplari di questo ceppo appena importato pesano circa 15 kg.

Circa duemila anni dopo, durante l’età del bronzo, il peso medio di cane Aumentarono di due chilogrammi raggiungendo un peso medio di 24 chilogrammi in epoca romana. Gli autori suggeriscono che cani più grandi e più grandi siano stati allevati nel tempo per proteggere il bestiame dai predatori. Mandrie di pecore pascolavano già ad altitudini più elevate e quindi erano più vulnerabili ai grandi predatori come orsi e Lupi. Ci sono anche documenti in cui i romani danno consigli agli allevatori a riguardo Cani da pastore. Da questi documenti, è stato stimato che i cani potessero raggiungere un peso medio di 32 chilogrammi, e quindi probabilmente rivaleggiare in termini di peso con i cani da pastore di oggi.

Interessato a quello che hai appena letto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.