Le autorità annunciano un clima “più favorevole” per le operazioni di soccorso

L’incendio è durato circa una settimana a Mostuéjouls nell’Aveyron. 600 vigili del fuoco sono ancora in raduno. Secondo la contea, il tempo piovoso e i temporali possono venire in soccorso.

La scorsa notte è stata caratterizzata dalla ripresa degli intensi incendi nella regione di Mostogols (Averon). Almeno 500 ettari aggiuntivi sono stati bruciati solo sabato.

In tutto, dal violento incendio scoppiato all’inizio di questa settimana, sono bruciati 1.300 ettari di vegetazione.

Questa domenica, i servizi di emergenza e i vigili del fuoco sono ancora a disposizione. Stanno cercando di contenere completamente il fuoco. In un comunicato stampa pubblicato oggi, la contea di Aveyron ha osservato che “Le condizioni meteorologiche sono questa mattina più favorevoli per l’intervento di oltre 600 vigili del fuoco attualmente mobilitati“.

Secondo le previsioni di Météo France, il cielo è coperto a Rodez nell’Aveyron. Nel primo pomeriggio sono previste piogge rare. Nel corso della giornata sono previsti forti temporali con piogge molto abbondanti ad Aveyron, sempre secondo Météo France.

Nei giorni scorsi i vigili del fuoco hanno spiegato che alcune aree erano completamente fuori portata a causa della fitta vegetazione e dei pendii. Il supporto di Kendair ha permesso di mirare gli incendi in queste aree inaccessibili. Ma l’andamento dei vigili del fuoco in prossimità delle zone in fiamme è rimasto molto complicato.

A causa del rapido progredire dell’incendio, negli ultimi giorni le forze di gendarmeria hanno dovuto evacuare più di 3.000 persone che vivevano nell’area circostante. Di queste vittime, solo ieri circa 1.000 sono state inviate ai centri di accoglienza.

READ  Perseveranza che punta a dove la creatività è dispiegata su Marte | video

Secondo le informazioni ricevute domenica dalla contea di Aveyron “In questa fase non sono previste ulteriori evacuazioniLe autorità locali hanno spiegato che gli sfollati erano alloggiati nelle vicinanze della 13a Brigata della Mezza Cavalleria.

La signora Segretario generale desidera riaccendere ancora una volta l’enorme slancio di una continua solidarietà tra la popolazione locale.“, prosegue la provincia in un comunicato. Secondo la provincia, la mobilitazione automatica dei residenti e dei residenti locali”Ha permesso di trovare rapidamente soluzioni, soprattutto con la residenza dei residenti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.