La Terra assisterà a un’imminente inversione dei suoi poli magnetici?

Per 4,5 miliardi di anni, il campo magnetico terrestre è servito da scudo protettivo contro le particelle cosmiche provenienti dal Sole in particolare. Questo campo difensivo ha subito molti alti e bassi sin dalla sua nascita e vari alti e bassi nei suoi poli. Di recente, gli esperti hanno suggerito questo cambiamento imminente. Tuttavia, un nuovo studio suggerisce che questo evento non si verificherà a lungo.

Qual è l’inversione del campo magnetico terrestre?

Il campo magnetico terrestre è generato dall’agitazione termica del nucleo, che è composto principalmente da plasma di ferro e si trova nel nucleo del pianeta. Durante l’inversione, il polo nord magnetico e il polo sud geografico si scambiano gioco dovuto all’instabilità dello scambio termico del nucleo. I disturbi nel campo geomagnetico possono durare tra 1.000 e 10.000 anni, facendo sì che ciò accada Un’impressionante migrazione dai poli ai quattro angoli del globo. Durante l’età geologica, questo fenomeno si verifica regolarmente. Gli esperti stimano che negli ultimi 200 milioni di anni, Il campo terrestre è stato riflesso almeno 300 voltel’ultimo dei quali si è verificato 780.000 anni fa.

Conseguenze dell’inversione dei poli magnetici

Il campo magnetico terrestre Respinge la maggior parte delle particelle cosmicheE il i cui venti solari. Se la Terra avesse un nucleo inerte, non ci sarebbe alcuna forma di vita. Durante la commutazione dei poli, la magnetosfera si trova particolarmente debole, quindi il tasso di occorrenza del vento solare può rivelarsi il più dannoso. Inoltre, anche le tecnologie contemporanee saranno interessate dal processo.

Diagramma schematico della forza repulsiva del campo magnetico terrestre contro il vento solare. Crediti: VectorMine/iStock

Nessun timore immediato, dicono gli scienziati

I ricercatori lo notano Per 180 anniIl campo magnetico terrestre è diminuito di attività di 10%. Inoltre, il calo del suo impatto sull’Oceano Atlantico meridionale, scoperto nel 1958, suggerisce che i poli magnetici potrebbero già iniziare a invertire.

Tuttavia, uno studio è stato pubblicato sul sito PNAS Era interessato alle frequenti anomalie della nostra magnetosfera negli ultimi 9.000 anni, simili a quelle che hanno avuto inizio nell’Atlantico meridionale. Gli scienziati svedesi-americani dietro questo rapporto concordano sul fatto che questo tremore magnetico non lo sarà Uno dei tanti “sbalzi d’umore” di baseE il Nessuna inversione in arrivo, almeno nel prossimo futuro. In effetti, se questo fenomeno è quasi impossibile da prevedere, i ricercatori lo presumono La Terra subirà un’inversione di polarità tra 300 anni. In altre parole, un evento nell’Atlantico meridionale sarebbe semplicemente insignificante.

“Suggeriamo che il periodo intorno al 600 aC, caratterizzato da un campo fortemente asimmetrico, possa fornire una simmetria al campo attuale. La misurazione indica che è probabile che l’anomalia dell’Atlantico meridionale scompaia entro le prossime centinaia di anni, accompagnata da un ritorno a un modello di campo più uniforme e possibilmente da un rafforzamento del campo del dipolo assiale”.dicono gli autori dello studio.

Il campo magnetico terrestre influisce su altri componenti?

Sappiamo da molto tempo che il campo magnetico è una componente chiave nell’emergere a lungo termine della fauna e della flora telluriche. Ora, i ricercatori giapponesi hanno deciso Interrelazione tra il campo magnetico terrestre e il climache ha acceso molti dibattiti scientifici.

READ  La NASA condivide immagini incantevoli della nebulosa; I netizen la chiamano "la mano di Dio".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.