Il Vietnam partecipa alla precedente riunione parlamentare della 26a Conferenza delle Parti dell’Unione Interparlamentare

Co-organizzato dall’Unione Interparlamentare (UIP) e dal Parlamento italiano, l’incontro si è svolto in preparazione del 26°NS La Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26), che ha attirato 330 delegati da più di 70 paesi in rappresentanza dei parlamenti membri dell’Unione interparlamentare.

Una delegazione vietnamita alla riunione pre-parlamentare della COP26 a Roma, Italia. Foto: VNA / CVN

I partecipanti all’evento hanno espresso il loro sostegno all’obiettivo di raggiungere zero emissioni di gas serra entro il 2050 e limitare il riscaldamento globale a 1,5°C. Hanno evidenziato il ruolo e le azioni dei parlamenti, affermando che sono necessari per garantire gli obiettivi dell’accordo di Parigi del 2015 sui cambiamenti climatici.

Intervenendo durante la discussione sugli approcci verdi alla ripresa dopo il COVID-19, la delegazione vietnamita ha suggerito che la politica dell’economia verde dovrebbe essere perseguita radicalmente a livello nazionale, regionale e globale, nel quadro degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite 2030 e di Parigi 2015 Clima Cambia accordo. La parte vietnamita ha proposto di costruire un corridoio legale equo ed efficiente, incoraggiare lo sviluppo di individui, organizzazioni e imprese in modo ecologico e aumentare la consapevolezza pubblica della protezione ambientale.

In tale occasione la delegazione vietnamita ha tenuto incontri bilaterali con il Presidente della Commissione Relazioni Estere della Camera dei Deputati Italiana Piero Fassino, il Presidente del Gruppo Parlamentari Italiani presso l’Unione Interparlamentare e Presidente Onorario dell’Unione Interparlamentare Pier Pier Ferdinando Cassini, e la Presidente del Gruppo Parlamentare di Amicizia del Vietnam Chiara Gribodo. Durante gli incontri, la parte italiana ha sottolineato di considerare il Vietnam un partner importante e spera di rafforzare la partnership strategica con il Vietnam in diversi campi. Hanno suggerito che le due parti forniscano supporto reciproco nei forum multilaterali regionali e globali e scambino esperienze su questioni di interesse comune.

READ  Il nuovo Bauhaus, lo stimolante concorso dell'Eurovisione per la bioarchitettura e il design

La parte vietnamita ha ringraziato l’Italia per aver fornito forniture di vaccini COVID-19 al Paese, ha proposto diverse misure per rafforzare le relazioni tra le legislature e i due Paesi e si augura che il parlamento italiano lo ratifichi presto. Accordo sulla protezione degli investimenti tra l’Unione europea e il Vietnam (IPA). In tale occasione, la delegazione vietnamita ha incontrato delegazioni di Russia, Repubblica di Corea, Regno Unito e Indonesia per discutere di relazioni bilaterali e questioni di interesse comune.

La COP26 è la principale conferenza internazionale sui cambiamenti climatici. Riunisce leader di tutto il mondo per promuovere l’azione per il clima e far progredire l’attuazione dell’Accordo di Parigi, il principale trattato internazionale giuridicamente vincolante sui cambiamenti climatici. L’Unione Interparlamentare ha sempre sostenuto la partecipazione dei Parlamenti alle riunioni annuali della Conferenza delle Parti attraverso l’organizzazione di Riunioni Parlamentari. La COP26 offre un’opportunità essenziale per riflettere sui progressi compiuti dalla firma dell’Accordo di Parigi nel 2015 e per sviluppare piani concreti per raggiungere gli obiettivi fissati da questo strumento, in un momento in cui la crisi climatica è più grave che mai.

L’Unione Interparlamentare, in collaborazione con il Parlamento italiano, sta organizzando una Riunione Parlamentare che precede la Conferenza COP26 a Roma, Italia, come parte di una serie di eventi preparatori per la Conferenza COP26 ospitata dall’Italia, a cui seguirà la Conferenza Parlamentare Incontro a margine della COP26 a Glasgow, organizzato congiuntamente con l’IPU Group Briton, il 7 novembre 2021. L’incontro parlamentare prima della COP 26 a Roma è per i parlamentari associati alle commissioni per il clima e l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *