Il piccolo buco nero scoperto di recente più vicino alla Terra, distante 1.500 anni luce, è tre volte la massa del Sole |

Gli scienziati potrebbero aver scoperto il più piccolo buco nero della Via Lattea, solo tre volte la massa del sole; È anche il buco nero più vicino alla Terra finora, a soli 1.500 anni luce di distanza.

Di buchi neri di tutte le dimensioni, i buchi neri supermassicci sono le cose migliori a cui prestare attenzione, poiché hanno un grande impatto sull’ambiente circostante e di solito si trovano al centro di ogni galassia, come M87, una delle galassie massicce più grandi . Vicino alla Via Lattea, con un centro supermassiccio. I buchi neri di massa sono familiari perché sono stati “fotografati direttamente” per la prima volta.

Man mano che la massa si riduce, il buco nero diventa ancora più basso. Si stima che ci debbano essere centinaia di milioni di buchi neri stellari (buchi neri stellari) con una massa da 5 a decine di volte dal sole nella Via Lattea. La gravità non è sufficiente per assorbire una grande quantità di materia ed emettere forti radiazioni, quindi i metodi che gli scienziati trovano generalmente, attraverso le sorgenti di raggi X non funzionano, e si può dire che il senso di presenza è completamente debole.

Ad oggi, il più piccolo buco nero conosciuto nella Via Lattea è circa 3,8 volte la massa del Sole e il buco nero più vicino della Terra ha un diametro di circa 3.000 anni luce. Nel 2020, un team di ricercatori ha scoperto l’esistenza di un buco nero stellare nascosto nel sistema speciale a tre corpi HR 6819, che dista solo 1.120 anni luce dalla Terra, ma studi successivi hanno indicato che il sistema è solo un sistema stellare binario con un’orbita molto insolita.

Recentemente, il team della Ohio State University ha analizzato la stella gigante rossa ingrandita “1 Agaricus”, e inaspettatamente ha trovato alcuni dati interessanti da essa: L’intensità della luce di questa stella gigante rossa cambia periodicamente, indicando che un altro oggetto sta tirando la stella. Cambia la sua forma.

Proprio come l’attrazione gravitazionale della luna attrae la Terra e provoca il riflusso e il flusso dell’oceano, i buchi neri possono trasformare le stelle in una forma di palla da rugby, con un lato più lungo dell’altro, ma quali sono i corpi celesti attorno alla stella gigante rossa che sta per esplodere? In passato, gli scienziati sospettavano che 1 Abrasari potesse essere un sistema stellare binario, ma l’altra metà era invisibile. Ora, il team di ricerca ha determinato in base alla velocità della stella e ai dettagli di distorsione della luce che l’oggetto che trascina la gigante rossa è solo tre volte meno massiccio del Sole. Dalla squadra.

Se più dati di follow-up si dimostreranno corretti, non solo il buco nero sarà attualmente più vicino alla Terra, ma batterà anche il record per la massa minima di un buco nero stellare e diventerà il più piccolo buco nero conosciuto.

Negli ultimi anni, la comunità scientifica ha iniziato a condurre sempre più esperimenti su larga scala per cercare di trovare piccoli buchi neri, ma sono molto difficili da studiare. Anche se ci sono nuove scoperte che affermano di trovare buchi neri stellari, c’è nessuna garanzia che non verranno rovesciati. In futuro, ma solo un errore di calcolo. Il nuovo documento è stato pubblicato negli Avvisi mensili della Royal Astronomical Society (Avvisi mensili della Royal Astronomical Society),Pre-stampaPuò essere trovato sul sito web di arXiv.

(Fonte della prima immagine:Ohio State University

Ulteriore lettura:



READ  La perseverante astronave robotica statunitense è atterrata su Marte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *