Il giorno in cui la NASA ha inviato un medico ologramma alla Stazione Spaziale Internazionale

Alla fine del 2021, la NASA aveva previsto un ologramma a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. L’astronauta Thomas Bisquet ha potuto discutere con i medici sulla Terra, come se si trovassero nello stesso spazio fisico.

noi crediamo Star Trek : Nell’ottobre 2021, il dottor Joseph Schmid e il suo team lo erano prenotato A bordo della Stazione Spaziale Internazionale. UtilizzoImmagini tridimensionali Il proiettato dalla Terra allo spazio è il primo, che la NASA ha esaminato pochi mesi dopo nella posta Pubblicato online aprile 2022.

È stata soprattutto una consulenza di telemedicina, per un astronauta che conosciamo bene in Francia: Tommaso Pesquet. Francese “ Fai una conversazione a doppio senso Con ologrammi di medici. Quest’ultimo era quasi presente davanti all’astronauta.

L’équipe medica “perforata” a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. // Fonte: NASA

Dal punto di vista tecnologico, l’agenzia spaziale ha confezionato una fotocamera Microsoft Kinect Hololens e un computer con software sviluppato da AEXA Aerospace. Sul campo, l’équipe medica ha esaminato: sono stati costruiti modelli 3D ad alta risoluzione, compressi digitalmente, quindi spostati e ricostruiti, il tutto in tempo reale. Sulla Stazione Spaziale Internazionale, Thomas Pesquet è dotato di HoloLens che proietta immagini 3D davanti all’utente.

La differenza con la connettività dello schermo interconnesso è la sensazione di trovarsi nello stesso spazio fisico. Thomas Pesquet e i medici sono riusciti quasi a stringersi la mano: “ È stata la prima stretta di mano tra la Terra e lo spazio. »

Una nuova forma di comunicazione

Siamo ancora molto lontani Star Trek Basato su ponte ologrammi – La definizione del video non era eccellente e le immagini del corpo a volte incomplete. Né gli ologrammi 3D sono nuovi, anche se nessuno è ancora stato lanciato nello spazio. Ma la NASA presenta questo come prova che ” Una nuova forma di comunicazione Pertanto, questa consultazione a distanza funge da precursore di un uso più ampio durante le missioni future.

READ  La matematica torna ai curricula delle scuole superiori

Lo useremo per le nostre conferenze mediche private, conferenze private di psichiatria, conferenze speciali di famiglia e per portare i VIP sulla stazione spaziale a visitare gli astronauti. afferma Joseph Schmid sul sito web della NASA. Questo tipo di tecnologia può essere utilizzata Lunghe missioni avantiin direzione Marte In particolare, poiché gli astronauti rischiano l’isolamento per mesi con lunghi ritardi di comunicazione. Gli ologrammi possono mantenere un legame umano più forte.

L’agenzia intende associare le immagini olografiche alla realtà aumentata, rendendo possibile l’aggiunta di oggetti virtuali durante le sessioni. Ma la NASA ha anche l’ambizione di aggiungere feedback tattile, cioè il senso del tatto e la percezione della propriocezione, che si tradurrebbe Con i guanti, per sentire e posizionare gli oggetti.

Potete lavorare insieme sulla macchina.

Joseph Schmid / NASA

Immagina di poter portare il miglior trainer o un vero progettista di una tecnologia particolarmente complessa proprio accanto a te, ovunque tu lavori. (…) Potete lavorare insieme sulla macchina, come due dei migliori chirurghi che lavorano durante l’operazione Spiega Schmid.

La NASA sta escogitando un potenziale strumento a terra, per comunicare con i team in ambienti estremi come l’Antartide, ad esempio”, Questo tipo di tecnologia può aiutare le persone in queste situazioni a connettersi, unire le persone, indipendentemente dalla distanza o dalle sfide ambientali stima l’agenzia spaziale.

Per più

Fonte: Star Trek/CBS-Netflix

Guarda il mondo daVuoto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.