Il centro del nostro pianeta si sta raffreddando più velocemente del previsto, ed ecco le conseguenze

È chiaro che il centro del nostro pianeta si sta raffreddando più velocemente di quanto si pensasse. Spiegazioni e conseguenze.

Raffreddare il pianeta

storia dell’evoluzione pianeta Terra Si riferisce alla storia di raffreddamento che il pianeta ha vissuto nei 4,5 miliardi di anni da quando l’intera superficie della Terra è stata ricoperta Dal profondo oceano magmatico, in condizioni di temperatura estremamente elevata. A volte sentiamo parlare di “convezione del mantello”, “tettonica a placche” e altre attività terrestri, e sappiamo che tutte queste attività sono state guidate da Enormi energie termiche Lanciato dalle profondità della terra durante Questo periodo di “raffreddamento”.

fin dalla sua formazione, La terra emette grandi quantità di calore Dalle profondità della terra alla superficie, che guida principalmente la convezione e un certo numero di mantelli Altre attività tettoniche. Sapendo questo, gli scienziati all’inizio si sono chiesti quanto velocemente la Terra stesse perdendo calore. Considerare domanda molto importante Dal momento che è legato alla questione fondamentale di quanto tempo la Terra rimarrà dinamicamente attiva (e, di fatto, abitabile). e risultati di a Un nuovo studio su questo argomento Mette in discussione ciò che pensavamo di sapere finora.

Risultati degli scienziati

Secondo il suo studio Motohiko Murakamiya, Alexander F. Goncharov, Nobuyoshi Miyajima, Daisuke YamazakiE Nicholas Holtgerweye pubblicato sul sito ScienceDirectIl nucleo della Terra si sta raffreddando più velocemente di quanto gli scienziati pensassero in precedenza. Per ottenere questo risultato, gli scienziati hanno esaminato la conducibilità bridgemaniteprecedentemente chiamato come il materiale più abbondante sulla Terra, che si trova in grandi quantità tra il nucleo e Il mantello interno della Terra.

READ  Il curatore del planetario Sir Thomas Brisbane Mark Rigby va in pensione, ma l'osservazione delle stelle non finirà mai

Un pezzo di bridgemanite.

Esponendo la bridgemanite a temperature e pressioni estreme, gli scienziati hanno scoperto che era di ca 1,5 volte più conduzione del calore di quanto si pensasse. E questa scoperta è molto importante, perché di conseguenza, il trasferimento di calore dalle alte temperature osservate al centro della Terra alle sue regioni esterne, come roccia fusa del mantello E oltre, sta accadendo più velocemente di quanto si pensasse.

Secondo il professore Motohiko MurakamiDall’Università Svizzera ETH di Zurigo:

Poiché abbiamo scoperto che la conduttività termica della bridgemanite è 1,5 volte superiore a quanto si pensasse in precedenza, il trasferimento di calore dal nucleo deve avvenire in modo più efficiente di quanto si pensasse in precedenza, facendo in modo che il nucleo si raffreddi più velocemente del previsto.

Pertanto, ci si può porre la seguente domanda: le conclusioni degli scienziati indicano che il nucleo della Terra può essere in fase di raffreddamento come altri pianeti, come Martepiù veloce del previsto? Motohiko Murakami risponde:

Penso di sì. Tuttavia, il problema è quanto durerà, il che è molto difficile da prevedere con precisione. Per quanto tempo la Terra rimarrà dinamicamente attiva sarà sicuramente una delle domande più importanti che dovremo risolvere. Tuttavia, la scala temporale appropriata per questa discussione dovrebbe essere di milioni, se non miliardi di anni.

Fasce temporali che continuano così superare noi stessi molto ampiamente. E se vuoi sapere chi è il primo visitatore interstellare incontrato dalla Terra Secondo il Pentagonopuoi consultare Il nostro precedente articolo su questo argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.