Il “bastone intelligente” per i non vedenti è la conquista di una nuova scienza

Al fine di utilizzare la tecnologia per migliorare l’accessibilità e l’indipendenza tra le persone con disabilità visiva parziale o totale, i professori dei corsi di informatica in Università del Grande Rio (Unigranrio) Alcune soluzioni sono state sviluppate con gli studenti per aiutare questa popolazione.

autorizzato TIA – Tecnologia dell’informazione per l’accesso, il programma ha creato un software in grado di guidare le persone con disabilità visive, oltre ad alcuni accessori che possono fornire una maggiore autonomia attraverso l’uso della tecnologia.

-Un’innovativa app di guida per corridori ciechi senza l’aiuto di un cane guida o di un accompagnatore

Il programma è condotto dai professori Miguel Carvalho e Alexandre Lozada con gli studenti e il programma si basa sull’idea che l’elemento chiave nelle dinamiche della disabilità non è nella persona, ma nei mezzi che rendono difficile l’indipendenza.

Per questo, il software sviluppato come caratteristica principale del programma calcola le distanze, riconosce suoni e comandi, identifica e differenzia persone e oggetti, così come le espressioni facciali, ed è persino in grado di condurre ricerche.

– Gli studenti del Ceará indossano un casco per creare un sensore di movimento per non vedenti

Un accessorio essenziale per le migliori prestazioni di TIA è un marsupio GPS che fornisce all’utente una posizione in un ambiente.

Tuttavia, l’accessorio principale sviluppato nel programma è un “stick sonoro”, che, tramite vibrazioni, avverte dell’avvicinarsi di un potenziale ostacolo, prevenendo così eventuali incidenti che l’utente potrebbe incontrare. Il sistema operativo di un bastone è simile a quello di un pipistrello, in quanto invia un segnale ultrasonico non udibile dall’orecchio umano ma che consente, attraverso la riflessione dei suoni, di determinare la posizione dell’ostacolo e la distanza da esso.

READ  Come vedere la NASA lanciare sabato il suo mega missile lunare SLS

Un influencer ipovedente mostra come l’uso di una “x” neutrale rispetto al genere comprometta l’accessibilità

La novità consente la posizione precedente dell’ostacolo – non solo quando è già vicino, come nel caso di un normale bastoncino che deve colpire l’ostacolo finale.

Questi accessori sono già in funzione all’interno dell’università, e altri strumenti, come cappelli e occhiali, sono in fase di sviluppo per offrire guide e funzioni complementari per una completa autonomia e sicurezza dell’utente. Per pubblicizzare il progetto, gli insegnanti hanno creato un file Podcast IT Rolzinho, per parlare di tecnologia e riportare notizie sul progetto.

Un cieco costruisce un bastone che usa Google Maps e sensori per guidarlo

La procedura di accesso, nel programma, non si limita al funzionamento della tecnologia stessa, ma anche al costo di sviluppo e implementazione dell’attrezzatura: l’idea è che il progetto completato sia economico, in modo che sia possibile accedervi anche in un’acquisizione .

Una stampella, ad esempio, è stata sviluppata da un ombrello riciclato e presto l’utilizzo della batteria verrà sostituito in Utensili Con sistemi di energia solare per alimentare apparecchiature ancora in fase di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *