I ricercatori rivelano che i pianeti canaglia possono ospitare la vita negli oceani nascosti!

L’umanità non ha ancora trovato la vita al di fuori della Terra, ma può essere attribuita al fatto che non sta cercando nel posto giusto.

Uno studio ha scoperto che i pianeti canaglia, quelli che non orbitano attorno alle stelle, potrebbero essere maturi per ospitare la vita su “oceani simili alla terra”.

Lo studio, che sta emergendo dall’astrobiologo Manasvi Lingam del Florida Institute of Technology, rivela che i pianeti canaglia possono avere condizioni mature per la vita situate tra il freddo dello spazio e il nucleo del pianeta.

Lo spazio sarebbe troppo freddo perché qualsiasi potenziale oceano rimanga liquido, ma la biosfera del pianeta sarebbe protetta dal freddo da uno strato di ghiaccio.

Il nucleo del pianeta lo riscalderebbe, creando oceani simili a quelli della Terra.

Lingam ha detto in affermazione“Di solito pensiamo a pianeti associati a stelle, come Marte, che potrebbero supportare la vita, ma in realtà, questi tipi di pianeti che supportano la vita potrebbero semplicemente galleggiare là fuori nel vasto vuoto con una ricca biosfera”.

Il ricercatore ritiene che per ogni sistema solare scoperto potrebbero esserci circa 30-40 pianeti canaglia fluttuanti nello spazio.

Finora, secondo la NASA, gli scienziati hanno trovato più di 3.000 sistemi stellari con pianeti in orbita attorno a loro.

Per saperne di più

Alcuni scienziati hanno ipotizzato che potrebbero esserci decine di miliardi di sistemi solari nella Via Lattea e forse fino a 100 miliardi di sistemi solari nell’universo.

Negli ultimi anni sono stati trovati numerosi presunti pianeti canaglia, incluso uno delle dimensioni della Terra che vagava per la Via Lattea.

READ  È stato trovato un misterioso primo fossile umano, con grandi denti senza mento

A luglio, quattro pianeti “fluttuanti” sono stati trovati dal telescopio spaziale Kepler della NASA.

Uno studio del 2019 ha stimato che potrebbero esserci fino a 50 miliardi di pianeti canaglia solo nella Via Lattea, offrendo ai ricercatori una grande opportunità di trovare corpi celesti con oceani simili a quelli della Terra.

I ricercatori scopriranno quindi i tipi di condizioni estreme che può sperimentare la vita sulla Terra, comprese le basse temperature e le basse pressioni, osservando i microbi che non hanno bisogno della luce solare per sopravvivere.

E potrebbe un giorno essere possibile viaggiare su questi pianeti canaglia, secondo Lingham, che ha pubblicato un documento di ricerca sull’argomento in Progressi nella ricerca spaziale.

“Potresti essere in grado di raggiungere un pianeta canaglia in pochi decenni, e invece di cercare altri pianeti intorno alle stelle, questa potrebbe essere la migliore opportunità per studiare questi pianeti. Con una combinazione di aiuti gravitazionali e i giusti sistemi di propulsione, puoi raggiungere il pianeta canaglia”, ha aggiunto Lingham. “Tra 20 anni o giù di lì. Una volta che hai una sonda sulla superficie, i dati possono essere rispediti indietro e potrebbero volerci alcuni mesi per capire come appare la superficie”.

Lo studio è stato evidenziato nel numero di settembre/ottobre 2021 di Scopri la rivista.

Fonte: Daily Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *