Gruppo dei Sette – Tunisia: Dichiarazione congiunta dei capi missione


In un comunicato stampa pubblicato venerdì 10 dicembre 2021, lo hanno annunciato i capi missione di Germania, Canada, Stati Uniti, Francia, Italia, Giappone e Regno Unito, nonché la delegazione dell’Unione europea. In Tunisia, hanno riaffermato il loro sostegno al popolo tunisino, chiedendo un “rapido ritorno al funzionamento delle istituzioni democratiche con un parlamento eletto che svolga un ruolo importante”.

I capi missione, che hanno parlato delle riforme e delle sfide che attendono la Tunisia, hanno anche sottolineato la loro adesione a “Un processo politico completo e trasparente, che comporti un’ampia partecipazione delle forze politiche e sociali del Paese, secondo un calendario preciso”..

Di seguito il comunicato stampa congiunto:

«Noi, Capi Missione delle Ambasciate di Germania, Canada, Stati Uniti d’America, Francia, Italia, Giappone, Regno Unito e Delegazione dell’Unione Europea in Tunisia, sosteniamo fermamente il popolo tunisino nelle sue aspirazioni ad un’efficace, democratica e governance trasparente.
Ribadiamo l’importanza della stabilità sociale ed economica del Paese per soddisfare le aspirazioni del popolo tunisino. Incoraggiamo e siamo pronti a sostenere la rapida attuazione dei progressi necessari per rivitalizzare la situazione economica e finanziaria della Tunisia, compresi quelli attualmente in discussione con i partner internazionali, al fine di proteggere i più vulnerabili. giusta crescita.
Mentre la Tunisia si prepara a prendere decisioni sovrane sulle riforme economiche, costituzionali ed elettorali, riaffermiamo il nostro impegno a rispettare le libertà fondamentali di tutti i tunisini e a un processo politico inclusivo e trasparente, che preveda un’ampia partecipazione delle forze politiche e sociali della Repubblica tunisina . Secondo un calendario preciso, per consentire un rapido ritorno al funzionamento delle istituzioni democratiche, in cui il parlamento eletto svolge un ruolo importante. Ciò garantirà un sostegno ampio e duraturo ai futuri progressi della Tunisia.
Siamo pronti ad aiutare la Tunisia e la sua gente ad affrontare queste sfide”.
.



READ  Tour de France, nuovo stadio per gli 'sponsor'

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *