Crédit Agricole e Visa: una partnership in Italia per l’innovazione

Crédit Agricole e Visa concludono una collaborazione in Italia focalizzata su innovazione e sostenibilità. In palio: un accordo con Le Village by Crédit Agricole Milano, un ecosistema che supporta le startup al servizio dell’innovazione, e una carta di pagamento green e digitale tutta nuova.

Green Banca d’Italia e Visa firmano una collaborazione a 360 gradi a favore dell’innovazione e dello sviluppo sostenibile, due driver chiave della ripresa economica, sia per i cittadini che per le imprese.

Le Village by CA, un ecosistema di 1.130 startup

Diventando partner di Le Village by CA, Visa avrà accesso a questo centro di innovazione situato nel cuore di Milano (Porta Romana), ma anche in molti paesi dal 2014. Questo “ecosistema aperto”, come descritto da Gabriella Scapicio, Sindaco Le Village by CA Milane “Supporta la crescita delle start-up e accelera l’innovazione d’impresa grazie alla collaborazione e al networking tra grandi aziende, giovani imprenditori, investitori e il gruppo internazionale Crédit Agricole”. Un ecosistema che riunisce 1.130 startup e 665 partner oltre alle aziende del Gruppo Crédit Agricole.

Visa, dal canto suo, intende raggiungere un obiettivo comune: Connettere consumatori e piccole imprese per soddisfare la crescente domanda di pagamenti digitali semplici, sicuri e istantaneiHa commentato Giuseppe Arcero, Presidente di Financial Institutions Chez Visa Italia.

Inaugurato nel 2019, Le Village by CA Milano occupa un ex convento del XV secolo nel cuore di Milano.

Credit Agricole e Visa, protagonisti dello sviluppo sostenibile

Attraverso questa doppia partnership, Green Bank offre ai propri clienti una nuova carta di debito Visa completamente riciclabile, ma anche completamente digitale. La carta in PVC, che rispetta i principi dell’economia circolare, consente di gestire tutti i pagamenti direttamente dalla nuova app Crédit Agricole. È già attraverso questa applicazione che si può accedere alle funzioni digitali dell’innovativa carta, e la banca precisa in un comunicato: dal limite di spesa ai canali di utilizzo fino alla possibilità di sospendere la carta o utilizzare “senza influenza” .

READ  Accordo su un tasso di almeno il 15% trovato nell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico

Cresce l’e-commerce in Italia

Questa innovazione arriva in un momento in cui effettuare pagamenti tramite strumenti digitali non è più solo una comodità ma è diventata una necessità. Lo dimostra la crescita dell’e-commerce in Italia nel 2020, con un aumento delle transazioni del 35% (dati VisaNet, marzo 2021). Anche lo studio Back to Business condotto da Visa nel 2021 rivela un cambiamento significativo nel comportamento di acquisto dei consumatori europei. Quasi il 65% degli intervistati ha dichiarato di preferire i pagamenti contattoMentre solo il 16% vorrebbe tornare ai vecchi metodi di pagamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *