“Cosa c’è dentro e sotto un buco nero?” chiede Gabriel (9 anni).

Certamente niente. Vuoto, nient’altro che vuoto. Ma cosa succede se mi succede qualcosa? Buco nero ? C’è qualcos’altro all’interno del buco? Beh no. È qui che il mistero si infittisce: dentro non fa niente, perché dentro c’è sempre un vuoto. Ma come è possibile? Perché i buchi neri nascondono molti segreti…

Immaginare astronauta Lost… Si è tolto l’autopilota mentre punta il suo razzo dritto verso uno dei più grandi buchi neri mai visti, uno che avrebbe le dimensioni di un buco nero sistema solare. Si precipita verso di lei felicemente e si allontana da te e lo vedi saltare di gioia attraverso la finestra.

Un orizzonte oltre il quale non si vede nulla

Mentre si avvicina al buco nero, vedi che il suo colore cambia, aumentando l’arancione, il rosso e il rosso scuro, e vedi che salta sempre meno velocemente. Mantiene questa immagine congelata per molto tempo mentre sembra volare sopra la Terra, nel momento in cui scompare per sempre dietro l’orizzonte di un buco nero. Perché se un buco nero non ha superficie, ha una superficie orizzontecosì chiamato perché dopo non accade nulla di visibile.

Lui, a bordo del suo razzo, non ha sentito niente di speciale mentre attraversava l’orizzonte e subito ha continuato a ballare davanti alla finestra. Presto comincerà a sentirsi come se fosse guidato troppo velocemente, ed è tornato Razzo Smonta completamente l’acceleratore e va alla velocità della luce, ma non riesce a resistere alla caduta.

Un buco nero è un corpo celeste invisibile la cui attrazione gravitazionale è così forte che nulla al suo interno può sfuggirgli, nemmeno la luce. – SIPA

Poi inizia ad allungarsi ma si allunga davvero, il che è peggio degli spaghetti. Perché i suoi piedi vogliono andare verso il centro più velocemente della sua testa. Sta iniziando a fargli molto male e ha il tempo di rendersi conto che finirà per dislocarsi, quando il suo razzo si romperà. Ha ragione: ecco cosa succede.

READ  ESR-STM su singole molecole e strutture a base molecolare

Tutte le cose sono dirette al centro sotto l’influenza della gravità Potentemente non ne abbiamo idea, che allunga tutto e lo tira fuori. Cosa succede quando la materia raggiunge il centro di un buco nero? È la fine del viaggio, è la fine di tutto, anche del tempo, ed è lì che si ferma anche la nostra conoscenza.

Quando il tempo cessa di esistere

Perché la teoria – che dobbiamo Albert Einstein – che erano valide fino ad allora, e consentivano i calcoli su cui si basa questa misteriosa storia di un astronauta scomparso, diventano falsi: non puoi più allungare la mano per il tuo braccio o altro, lo spazio è completamente solo. Questa è stata chiamata la singolarità del buco nero. L’energia della materia verso la quale è diretta diventa infinita e il tempo cessa di esistere. Come l’infinito in natura, non esiste, concludiamo una cosa, che è che non lo sappiamo. Si ritiene che tutta la materia ordinaria sia scomparsa.

Rappresentazione artistica di un buco nero
Rappresentazione artistica di un buco nero – © D. Mark / Pixabay 2020

Quindi nel buco nero, dopo questa avventura, non mancano un razzo e un altro astronauta. C’è sempre un vuoto. Ma una cosa è cambiata: la massa del buco nero è aumentata a causa dell’aggiunta della massa del razzo e del suo sfortunato pilota. Ed è anche aumentato di dimensioni, perché le dimensioni del buco nero sono così proporzionale alla sua massa (È strano!). Con ciò, dentro non c’è più niente, ma l’orizzonte è più grande.

Un consiglio: come un buco nero di un blocco Sole Ha un raggio di circa 3 km, un buco nero delle dimensioni del sistema solare come quello sopra menzionato, con un raggio di 10 miliardi di km, la sua massa è di circa 3 miliardi di volte la massa del Sole. Per tali buchi neri, gli effetti di stiramento gravitazionale si avvertono solo una volta all’interno del buco nero (questi sono chiamati “effetti di marea”). Per buchi neri più piccoli che hanno masse di stellaLo sentiamo subito prima di entrare. Il mio consiglio: non avvicinarti a quei buchi neri là fuori.

READ  Per contare i libri medievali perduti, gli studiosi usano un modello di biologia

Recentemente, Oliver Minazoli Ha trovato una nuova teoria della gravitazione, che chiama “relatività intrecciata”, che sembra adattarsi meglio alle intuizioni di Einstein sulla natura. Questa nuova teoria è identica alla teoria del sistema solare di Einstein. Ma per i buchi neri, a livello di singolarità, ho previsto che la gravità potrebbe diventare disgustosa.

Quindi lo scenario di cui sopra potrebbe essere leggermente diverso alla fine. mistero…

Questa analisi è stata scritta da Gilles Bogart, fisico presso il Centro nazionale per la ricerca scientifica e storico della scienza presso l’Università della Costa Azzurra.
L’articolo originale è stato pubblicato su Conversazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.