📰 Un passo da gigante verso la creazione di vita artificiale

📰 Un passo da gigante verso la creazione di vita artificiale

Con un importante passo avanti nel campo della biologia sintetica, un team di scienziati del Regno Unito, guidato dal dottor Ben Blunt dell’Università di Nottingham e dal professor Tom Ellis dell’Imperial College di Londra, ha completato la costruzione di un organismo vivente. cromosoma (Un cromosoma (dal greco chromo, colore e soma, corpo, elemento) è l’elemento…) artificiale. Questo risultato arriva dentro progetto (Un progetto è un impegno irreversibile, dall’esito incerto, e non è ripetibile…) International Sc2.0, con l’obiettivo di creare il primo Genoma (Il genoma è l’intero materiale genetico di un individuo o…) A lievito (Il lievito è un fungo unicellulare capace di provocare la fermentazione di sostanze…) sintetici nel mondo.

Pubblicato sulla rivista Genomica cellulareQuesto lavoro rappresenta il completamento di uno dei sedici cromosomi del genoma del lievito da parte del team britannico. Il progetto Sc2.0, della durata di 15 anni, coinvolge team internazionali (Stati Uniti, Cina, Singapore, Francia e Australia) che collaborano per assemblare interi cromosomi di lievito. Vari team hanno pubblicato altre nove pubblicazioni che descrivono i loro cromosomi artificiali e il completamento finale del progetto è previsto per il 2024.

Questo lavoro rappresenta la prima costruzione di un genoma sintetico in un eucariote, un organismo dotato di nucleo, come animali, piante e funghi. Il lievito, selezionato per le sue dimensioni del genoma relativamente piccole e la capacità innata di assemblare il DNA, consente ai ricercatori di costruire cromosomi artificiali all’interno delle sue cellule.

La storia dell’umanità con il lievito risale a migliaia di anni fa, quando è stato utilizzato nella panificazione, nella fermentazione, nella produzione di prodotti chimici e come organismo modello. Questi fattori hanno reso il lievito un candidato ideale per questo progetto.

READ  Abbiamo fatto progressi, ma le ragazze hanno ancora molta strada da fare nella scienza

Il team britannico ha annunciato il completamento del cromosoma artificiale XI, che consiste di circa 660.000 paia di basi. Questo cromosoma sostituisce il normale cromosoma del lievito e consente alla cellula di crescere allo stesso livello di forma fisica di una cellula normale. La genomica sintetica aiuterà a capire come funziona il genoma e avrà molte applicazioni.


Saccharomyces cerevisiae, immagine SEM.
Credito immagine: Mojana Das Murthy e Pachamuthu Ramasamy/CC BY-SA 3.0

Invece di limitarsi a copiare il genoma naturale, il genoma sintetico Sc2.0 è progettato con nuove funzionalità che conferiscono alle cellule capacità mai viste prima in natura. Una di queste caratteristiche costringe le cellule a mescolare il loro contenuto genetico, creando milioni di copie diverse con caratteristiche diverse. Queste cellule possono essere utilizzate in applicazioni mediche Bioenergia (La bioenergia risulta dal processo di estrazione di energia dalla biomassa, quando…) E dentro Biotecnologia (L’OCSE definisce la biotecnologia come “l’applicazione di principi…). Il team ha anche dimostrato che il loro cromosoma potrebbe servire come nuovo sistema per studiare il DNA circolare extracromosomico (eccDNA), che è coinvolto nella senescenza, nella crescita maligna e nella resistenza alla chemioterapia in molti tumori.

Tra i collaboratori del progetto figurano anche scienziati delle università di Edimburgo, Cambridge, Manchester, Johns Hopkins University,Università di New York (Università di New York: New York University,…) Langone Health e l’Università Nazionale Autonoma del Messico, Querétaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *