“Volevamo un sostegno più forte dall’Italia sulla questione delle sanzioni”. – Politis Online

Mercoledì mattina il ministro degli Esteri Nikos Dendias ha incontrato a Roma il suo omologo italiano Luigi Di Maio. I due uomini hanno discusso questioni di interesse bilaterale ed europeo, oltre agli sviluppi nel Mediterraneo orientale.

Prima di partire per Lisbona, seconda tappa del suo viaggio, il ministro degli Esteri greco ha affermato: “Oggi abbiamo avuto una conversazione molto interessante con il mio omologo italiano Luigi Di Maio. Abbiamo affrontato tutte le questioni delle nostre relazioni bilaterali, ovvero la ratifica da parte italiana. dell’Accordo sulle zone marittime così come le questioni economiche e, d’altra parte, le questioni più ampie per la nostra regione, vale a dire la provocazione turca “.

Il ministro degli Esteri, Nikos Dendias, non ha masticato la posizione assunta dall’Italia all’ultimo vertice dell’Unione Europea sulla questione dell’imposizione di sanzioni alla Turchia, che l’Italia non sembra sostenere con tutto il cuore, che è la Grecia. Stava aspettando.

“L’ho informato (la sua controparte italiana) della ripresa dei colloqui esplorativi il 25 gennaio, del più ampio comportamento turco nel Mediterraneo orientale e persino delle questioni relative alla Libia e al Mediterraneo orientale. Non era assente dalla nostra agenda e dall’immigrazione. Penso è molto vantaggioso avere uno scambio duraturo e onesto. “Gli ho anche chiarito che, nonostante rispettiamo la loro decisione e posizione, la parte greca vorrebbe un sostegno italiano più forte sulla questione delle sanzioni”, ha detto il Sig. Dendias.

READ  Gli italiani saranno intarsiati con uno stile elegante - nel design del gazebo di un famoso architetto [εικόνες & βίντεο] | ZOE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *