Una deliziosa passeggiata nella Piccola Italia di Glyfada – ristoranti

a partire dal


Demetris Antonopoulos –

La cucina più apprezzata al mondo lascia il segno nel sud. Abbiamo scelto sei italiani di prima classe che si distinguono nel quartiere senza tempo di Glyfada.

Cartello

“la strega”

Il bel ristorante è stato rinnovato, ma si ispira sempre alla cucina italiana. La pizza al prosciutto, con San Marzano Duyatta, mozzarella premium, pecorino e prosciutto affumicato, è una buona scelta. Dalla pasta fresca spicca la pasta alla bolognese con spalla di manzo macinata e stinco di maiale, spaghetti e amatricana con galli di maiale, pomodorini freschi e peperoncini piccanti.

“Nomi”

Ristorante imponente con un’aria urbana e Arredamento su misura, in un arioso atrio di New York. Pizza molto buona, sottile e croccante, come il pane di campagna, leggermente affumicata dal forno a legna. Simpatica Napolitana Con Una Salsa Rossa Molto Piccante, Ricamata Con Capperi, Olive, Origano E Acciughe. La carbonara è tenera e ammorbidita con spaghetti, bronzo e goulielle. Velluto tiramisù.

Cartello

‘Sale bianco’

Nell’elegante e accogliente trattoria di Salvatore Antolina, La pasta è fresca e fatta a mano, Con ricette che venivano dalla Sicilia. I pappardiles con gamberi e tartufi sono una specialità di spicco, così come la pizza con un impasto molto sottile e croccante. Calzone al cioccolato e nutella, sodaki con gelato alla vaniglia, salsa al cioccolato caldo e tiramisù sono delle vere tentazioni.

Solito

Stiamo parlando forse del bar ristorante più felice di Glyfada, con un’aura urbana, che nel suo segmento italiano cresce aromi di potassio. Anche la pizza turtefata con salsa bianca, funghi e parmigiano è un’ottima idea Gnocchi fatti in casa con protocollo e pecorino vivo. Imponenti tagliatelle nere con code di aragoste, asparagi e uccellini.

“RAMINO”

Alcuni dei ristoranti che ti piace mangiare sono l’atmosfera da pub cosmopolita, intimità e cura, con vegetazione, specchi, sedie viennesi e tavoli di marmo. Lo chef Vasilis Kevalucos offre una versione più moderna delle ricette classiche, Quindi il carpaccio viene servito con maionese italiana, tartufo, crescione, quinoa fritta e arancini che sa di Cesare.

I “peccati di gola”

Simpatico ed economico negozio Talita e Naomi Sigillo, ha le sue note forti di autentica pizza napoletana, che L’impasto viene cotto per più di 72 ore – Quelli che hanno pomodori, mozzarella, carpaccio di manzo e crema di tartufo nero su una crosta molto sottile sono una perdita – e talli freschi, come quelli che contengono nero di seppia, gamberi, pomodorini e crescione.


READ  La nuova "deposizione dell'anima" di Takis Soukas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *