Stellantis Italia. Verso una perdita di produzione di 220.000 veicoli? – L’argus PRO

“È come se una delle grandi fabbriche del gruppo fosse chiusa per un anno. » Ferdinando Uliano, segretario generale del sindacato italiano FIM CISL, ha utilizzato questo confronto per descrivere meglio l’entità della perdita di produzione che potrebbe subire, nel 2022, Stellantis in Italia a causa della carenza di semiconduttori.

In un comunicato stampa, il sindacato crede che le fabbriche italiane del produttore potrebbero vedere la loro produzione ridotta da 200.000 a 220.000 veicoli nell’intero anno rispetto al 2021, ovvero il quinto anno consecutivo di calo. Questo, mentre Stellantis ha prodotto in Italia 351.890 veicoli (–13,7%) nel primo semestre: 248.990 auto (+2,1%) e 102.900 veicoli commerciali leggeri (–37,2%).

LEGGERE. Stellantis. Verso un calo della produzione per il 5° anno in Italia

Produzione in calo del 37,2% a Sevel Sud

Secondo il sindacato FIM Cisl, gli stabilimenti italiani di Stellantis più penalizzati sono quelli di Melfi e Sevel Sud. La prima, che produce la Fiat 500X, oltre a Jeep Compass e Renegade, ha visto la propria produzione diminuire del 17% tra gennaio e giugno 2022. La seconda, specializzata nella produzione di veicoli commerciali, è stata amputata fino al 37,2% .

Ciò è dovuto alla carenza di semiconduttori e altri componenti, ma anche alle difficoltà incontrate in termini di logistica. E mentre l’Unione Europea si muove verso il divieto di vendita di nuove auto con motore a combustione nel 2035, i rappresentanti sindacali chiedono ulteriori discussioni con il produttore per discutere del futuro della sua impronta industriale in Italia.

READ  La Coppa Italia per la Juve, una boccata d'aria fresca per Pirlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.