quali sono le condizioni per trascorrere le vacanze in Italia?

quali sono le condizioni per trascorrere le vacanze in Italia?

Per approfittare della “dolce vita” dovrai mostrare una zampa bianca. FOTO D’ARCHIVIO DI STÉPHANE MORTAGNE – VDNPQR

Possiamo ancora una volta circolare nell’area europea anche se i soggiorni non essenziali sono ancora sconsigliati… Per riportare indietro i viaggiatori, i paesi turistici non esitano più ad allentare le regole per l’ingresso nel territorio. È il caso dall’Italia, o la quarantena è appena stata revocata.

Tre cose per entrare in Italia

Il 16 maggio il Paese ha compiuto ulteriori passi fino al 30 luglio. Dopo tale data potrebbero quindi cambiare. Per il momento, tutti i viaggiatori provenienti dalla Francia * devono presentare un PCR o test dell’antigene negativo di meno di 48 ore. Si prega di notare, questa misura è applicabile anche per bambini dai 2 anni. Se solo lo fai transito con mezzi propri, e meno di 36 ore nel paese, per raggiungere un’altra destinazione, sei esente.

Devi quindi compilare un foglio di tracciabilità digitale (uno per famiglia). L’Italia è infatti un paese test per l’attuazione del pass vaccinale europeo a inizio luglio.

Infine, i viaggiatori devono anche presentarsi al autorità regionali all’arrivo, compilando un form disponibile qui.

Attenzione, essere completamente vaccinati o essere guariti dal Covid-19 non ti esime dal presentare i test alle autorità.

Misure una volta lì

Come in Spagna, ogni regione ha le sue specificità. Esistono ulteriori restrizioni per il Sardegna e il Puglia, dove è necessario registrarsi prima del viaggio.

Il paese si è diviso le sue regioni in quattro colori secondo l’evoluzione dell’epidemia
: rosso per rischio massimo (nessuna regione), arancione per rischio elevato (nessuna regione), giallo per rischio limitato (tutte le regioni) e bianco per rischio ridotto (nessuna regione). Se ci si può muovere liberamente tra le zone bianca e gialla, gli spostamenti rosso-arancio sono consentiti solo per motivi di lavoro, di salute o di comprovata emergenza, con ” autocertificazione “Indicando il motivo del viaggio o dietro presentazione del famoso “certificato verde”.

READ  Flavien ha lasciato Lisieux per raggiungere il Giappone in bicicletta

Cos’è il certificato verde?

Secondo l’Agenzia Italiana del Turismo, la certificazione verde è un documento che prova che sei stato completamente vaccinato, che sei guarito dal Covid o che hai eseguito una PCR o un test antigenico entro 48 ore. Questa è la nostra tessera sanitaria francese, che puoi presentare alle autorità italiane. ” Il certificato di vaccinazione ha validità di nove mesi dalla fine del ciclo vaccinale; se il vaccino prevede due dosi, la validità di nove mesi inizia con la somministrazione della seconda dose, dettagli l’Agenzia. Viene rilasciato un certificato anche dopo la prima dose; in tal caso la validità decorre quindici giorni dalla somministrazione e scade con la somministrazione della seconda dose.

Il certificato di reintegrazione ha validità di sei mesi. Il certificato del test PCR negativo al Covid-19 è valido per 48 ore.

Il certificato verde è necessario per viaggiare da una regione bianca o gialla a un’altra regione arancione o rossa. Potrebbe essere richiesto di partecipare a eventi, partite o spettacoli.

Ristorazione e coprifuoco

Per quanto riguarda ristoranti, gelaterie, pasticcerie, bar…è possibile gustarlo all’aperto e i tavoli sono limitati a quattro persone a meno che tutti gli ospiti non provengano dalla stessa famiglia. Devi essere a casa per le 23:00. Il 1 giugno riapriranno le sale interne.

Dal 7 giugno saranno autorizzate le uscite tra le 5:00 e le 24:00. E oltre il 21 giugno, ci sarà niente più coprifuoco.

Hobby

Musei e altro luoghi di cultura sono aperti. Il numero di ingressi è limitato durante la settimana e nei fine settimana è necessario prenotare online. Per quanto riguarda eventi sportivi, fiere, parchi, cinema… Troverai tutte le normative in vigore sul sito del on l’Agenzia Nazionale del Turismo o consultando le domande frequenti di l’ambasciata francese in Italia.

READ  E ora Erdogan fa causa a Charlie Hebdo per una vignetta che lo ritrae 'in mutande' - Corriere.it

Dove fare un test in Italia per il ritorno in Francia?

Per il tuo ritorno in Francia, la Francia richiede un test PCR inferiore a 72 ore a meno che tu non sia completamente vaccinato. Il governo italiano ha pubblicato un elenco di laboratori privati (aggiornato al 15 marzo).

Domande ?

Cerchi una risposta a una domanda di attualità o a un problema pratico? Dubiti della veridicità delle informazioni? Inviaci le tue domande qua e guarda le nostre risposte su La Voce ti risponde. Puoi anche unirti al nostro gruppo Facebook The Solidarity Voice: insieme, troviamo le risposte alle vostre domande oppure contattaci via e-mail a [email protected]

* L’Italia non distingue i viaggiatori per nazionalità, guarda dove i turisti hanno trascorso gli ultimi 14 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *